/ Attualità

Attualità | 04 ottobre 2021, 10:37

Cuneo, via al nuovo trasporto pubblico a chiamata. Lauria: "Sarà devastante per i tassisti"

Il consigliere realizza un'interpellanza, in cui chiede delucidazioni alla giunta rispetto alla comunicazione del nuovo servizio

Beppe Lauria - foto di repertorio

Beppe Lauria - foto di repertorio

C'è il trasporto pubblico della città al centro dell'interpellanza, presentata dal consigliere comunale cuneese "Beppe" Lauria pochi giorni prima dell'attivazione ufficiale del nuovo assetto del servizio di trasporto pubblico a chiamata cittadino realizzato da Granda Bus e presentato in commissione alcuni giorni fa.

Il servizio "Moeves Real Time" - in partenza oggi (lunedì 4 ottobre) - si propone di lanciare un'app attiva 24/7 per poter prenotare in tempo reale un mezzo del trasporto pubblico. Ma per il consigliere sarebbe "un servizio taxi svolto abusivamente da un soggetto terzo ad un prezzo non di mercato", tra l'altro in un contesto nel quale la categoria - così come quella degli albergatori - si è vista mancare la gratuità della tassa per l'occupazione del suolo pubblico istituita per far fronte alle difficoltà legate alla pandemia.

Insomma, Lauria non ha dubbi: il nuovo servizio di trasporto a chiamata impatterà sulla categoria in modo serio. Per questo, chiede come mai gli albergatori e i tassisti siano stati esclusi dalla gratuità per l'occupazione del suolo pubblico, e se dell'introduzione del Moeves la categoria di riferimento sia stata informata, con che termini e con quali tempistiche. Inoltre, se la variazione di bilancio - realizzata con fondi Covid e per disposizione governativa - destinata al "trasporto in generale" possa andare anche a favore della categoria dei tassisti.

Simone Giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium