ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Economia

Economia | 06 ottobre 2021, 12:51

Dalla Regione i fondi per il Distretto del commercio “Terre del Monviso”

Si tratta del progetto che come capofila l’Unione Valle Varaita e che coinvolge la Città di Saluzzo e l’Unione del Monviso. Obiettivo: promozione della rete commerciale, che conta 900 negozi e 300 esercizi commerciali. Nel progetto, coinvolti 43 soggetti

La presentazione del Distretto del commercio di marzo: da sinistra Emidio Meirone, presidente Unione del Monviso, Mauro Calderoni, sindaco di Saluzzo, Silvano Dovetta, presidente Unione Valle Varaita, Francesca Neberti, assessore Attività produttive Città di Saluzzo

La presentazione del Distretto del commercio di marzo: da sinistra Emidio Meirone, presidente Unione del Monviso, Mauro Calderoni, sindaco di Saluzzo, Silvano Dovetta, presidente Unione Valle Varaita, Francesca Neberti, assessore Attività produttive Città di Saluzzo

Grazie al reperimento di ulteriori risorse dal bilancio regionale, l’Unione montana Valle Varaita riceverà – già nel corso del 2021 – il finanziamento per la costituzione del Distretto del commercio “Terre del Monviso”.

Si tratta del progetto che era stato presentato nel marzo scorso, nella sala rossa del Municipio di Saluzzo. L’Unione Valle Varaita è capofila dell’iniziativa, che però si pone una progettualità di area vasta, coinvolgendo anche la Città di Saluzzo e la vicina Unione montana dei Comuni del Monviso.

Due vallate, con la Città di Saluzzo a fare da trait d’union, che si sono prefisse, come scopo, la promozione della rete commerciale, dalla quale – tutti ne sono convinti – passa anche il rilancio di un intero territorio.

Nel progetto sono coinvolti 43 soggetti: Enti pubblici, privati, Associazioni di categoria, Enti culturali e socio-assistenziali, e Associazioni del territorio. Gli Enti, seguiti dallo studio Chintana di Torino, avevano presentato formale richiesta alla Regione per accedere ai contributi e finanziare la costituzione del Distretto.

I numeri che erano stati presentati dal professor Aldo Viapiana, curatore del progetto, parlavano di un potenziale bacino di 45mila persone residenti, oltre ai 4500 turisti estivi e circa 10 mila proprietari di seconde case. 900 negozi e 300 esercizi commerciali come bar e ristoranti. Senza contare edicole, farmacie, distributori, punti vendita monopoli di Stato, artigiani, agricoltori, coltivatori diretti.

Secondo Viapiana risulta fondamentale “Riuscire a costruire una strategia territoriale, in una situazione attuale che tutti viviamo, e in una situazione di progressiva difficoltà per il commercio, è sicuramente interessante, oltre che esser doveroso: dobbiamo, bisogna lavorare in questa direzione. È una bella sfida”.

La Regione, grazie a nuovi fondi, è riuscita a scorrere la graduatoria e portare da 8 a 11 gli Enti che riceveranno il finanziamento nel 2021. Al primo elenco di progetti finanziati, vanno ad aggiungersi quelli dell’Unione montana Valle Varaita e di Ceva. L’ultimo comune è Scarnafigi che riceverà il contributo nel 2022.

Con la prima tranche di luglio era stato erogato un finanziamento complessivo di 1 milione di euro. Ora, con la seconda deliberata, verranno conferiti altri 203.996 euro facendo così salire i sostegni a oltre 1,2 milioni.

Secondo il presidente della Regione, Alberto Cirio, e l’assessore alla Cultura, Turismo e Commercio, Vittoria Poggio, la Regione non solo ha mantenuto l’impegno di finanziare tutte le comunità che avevano chiesto di accedere ai fondi, ma ha addirittura anticipato i tempi sostenendo economicamente una parte di queste già nel 2021 per poi completare l’assegnazione a tutti gli altri entro il 2022.

Su un importo progettuale pari a 25 mila euro, l’Unione Valle Varaita riceverà un contributo regionale di 20mila euro.

Sarà finanziato dalla Regione il Distretto diffuso del commercio ‘Terre del Monviso’, che comprendere Saluzzo e le Valli Varaita e Po. Un progetto che coinvolge due valli a far perno sulla Città di Saluzzo ma che mira a un rilancio commerciale e di immagine di tutto il territorio”. Sono le parole del consigliere regionale saluzzese Paolo Demarchi, in quota Lega, che poco fa ha commentato la notizia che la candidatura al bando riceverà il cospicuo contributo.

“I Distretti del Commercio – aggiunge Demarchi – sono strumenti innovativi che in Regione abbiamo pensato per la valorizzazione commerciale del territorio, il mantenimento dell’occupazione e la gestione di attività comuni finalizzate alla valorizzazione del commercio.

L’obiettivo è comune rispetto al progetto che ha coinvolto il Comune di Saluzzo, l’Unione Valle Varaita e l’Unione del Monviso: costruire una strategia che possa far crescere la struttura del commercio e del suo indotto in una realtà che al momento conta su 900 negozi e 300 esercizi commerciali come bar e ristoranti oltre all’indotto di artigiani, agricoltori, coltivatori.

L’ennesimo segnale di attenzione che la Giunta e il Consiglio regionale hanno verso i territori e le esigenze di crescita di un Piemonte che non è solo metropolitano”.

Nicolò Bertola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium