/ Attualità

Attualità | 07 ottobre 2021, 15:10

In oltre 50 scatoloni la generosità di Alba per Haiti devastata dal terremoto

Vestiario, alimentari e farmaci raccolti al Vivaro sono stati spediti dalla capitale delle Langhe alla missione di padre Massimo Miraglio. Dai promotori un ringraziamento a chi ha contribuito

In oltre 50 scatoloni la generosità di Alba per Haiti devastata dal terremoto

Sono partiti alla volta di Haiti i pacchi di alimentari, vestiario e medicinali che gli albesi hanno raccolto a favore della popolazione dell'isola caraibica, drammaticamente colpita dal violentissimo terremoto dello scorso 16 agosto.

"Siamo riusciti a raccogliere 55 scatoloni contenenti alimenti, vestiti, scarpe, teli per copertura e ad acquistare 100 antibiotici pediatrici, 15 scatole di antibiotici per adulti, 30 sciroppi di antinfiammatori pediatrici e 40 scatole di antinfiammatori per adulti", spiega Silvia Giamello, tra i promotori dell’iniziativa con la quale anche la capitale delle Langhe ha raccolto l’appello alla solidarietà lanciato da padre Massimo Miraglio, missionario camilliano di Borgo San Dalmazzo, da 16 anni attivo ad Haiti.

"Volevo ringraziare gli abitanti del quartiere Vivaro e il presidente Roberto Tibaldi – continua Silvia Giamello –, per aver appoggiato l'iniziativa, gli amici e i colleghi dal cuore grande che hanno contribuito al progetto, la Caritas e il dottor Paolo Sugliano e la moglie Paola della farmacia Via Maestra di Alba per la loro disponibilità e generosità".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium