/ Eventi

Eventi | 15 ottobre 2021, 19:05

Marlene Kuntz. Karma Clima: tre residenze d'artista e il nuovo disco per la band cunesse

Tre residenze d’arte e relazione, una Music Factory in dialogo con le Comunità cuneesi e nazionali, la produzione del nuovo disco. Viso A Viso a Ostana dal 15 al 31 ottobre, Baladin (Piozzo) dal 22 novembre al 5 dicembre e Paraloup (Rittana) dal 13 al 19 dicembre

Marlene Kuntz. Karma Clima: tre residenze d'artista e il nuovo disco per la band cunesse

Al via il 15 ottobre “Marlene Kuntz. Karma Clima”, nuovo progetto esperienziale proposto dalla nota rock band cuneese con trent'anni di carriera. Il loro nuovo lavoro discografico prenderà vita attraverso tre residenze in luoghi emblematici della “piccola Italia”, tre comuni in provincia di Cuneo: il Comune di Ostana (dal 15 al 31 ottobre), ai piedi del Monviso, uno tra i borghi più belli d'Italia e conosciuto per essere un “laboratorio di rinascita metromontana e culturale”, il Comune di Piozzo (dal 22 novembre al 5 dicembre), in cui ha sede il rinomato Birrificio Baladin di Teo Musso, e la borgata Paraloup, nel Comune di Rittana (dal 13 al 19 dicembre), luogo in cui le prime cellule della Resistenza si organizzarono per l’opposizione all’occupazione nazista.

Durante le tre residenze i Marlene Kuntz realizzeranno il nuovo disco, con la produzione artistica di Taketo Gohara: verranno allestiti studi mobili e si terranno eventi quotidiani con l’obiettivo di realizzare, appunto, una Music Factory aperta al pubblico.

Karma Clima nasce da un’intuizione intrigante: far sì che la terna di residenze possa favorire sinergie con opportunità extra-musicali, dal cinema allo spettacolo, dall’ambiente al turismo, dalle imprese innovative di montagna all’innovazione, creando qualcosa di nuovo (e unico) anche in materia di business culturale. Una co-progettazione che mira a far interagire l'arte dei Marlene Kuntz con le peculiarità della dimensione rurale e montana, territori che diventano contenitori di tematiche moderne e urgenti : lo sviluppo economico alternativo a modelli che la pandemia sta mettendo a dura prova, il turismo sostenibile e creativo, la questione ambientale, tema di fortissima e impellente urgenza il cui impatto è sempre meno ignorabile.

"Desideriamo che Karma Clima sia una vera e propria esperienza in cui la musica e l'arte possano aprire dei varchi nella percezione che abbiamo di temi decisivi come il cambiamento climatico commentano i Marlene - La collaborazione con territori che hanno definito la loro identità attraverso la valorizzazione delle proprie radici, e l'incontro con tanti amici che si occupano di ambiente e riqualificazione, diventa un generatore di idee a cui partecipiamo con molta curiosità ed entusiasmo, intuendo che saremo proprio noi i primi a rimanere stupiti dai risultati che si manifesteranno mano a mano, in un continuo vortice creativo. Invitiamo tutti a partecipare a questa esperienza, raggiungendoci in questi luoghi unici, e a prendere parte attivamente a un laboratorio a cui non intendiamo porre limite."

Grazie alla collaborazione con Viso A Viso, Birrificio Baladin e Paraloup, durante le residenze è prevista una serie di momenti pensati per stimolare continue contaminazioniworkshop sui diversi temi con la presenza di ospiti insieme a operatori culturali, operatori ecologici, giovani imprenditori, e una serie di figure rappresentative della filiera produttiva alla base della rivitalizzazione del contesto ambientale.

Su Karma Clima Music Factory il sipario si alza a Ostana il 15 ottobre (ore 18.30), luogo in cui Marlene Kuntz presenteranno, insieme ai partner, il progetto alla Comunità. Il 20 ottobre (10.30 - 21.30) sarà la giornata della Biblioteca Vivente delle Alpi con la realizzazione e la consultazione di veri e propri “libri umani”. IlFestival CinemAmbiente proporrà una sua puntata straordinaria il 21 ottobre con la proiezione dei film The Great Green WallUn sogno ecologista, un viaggio musicale di Jared P. Scott (ore 18.00) e In Praise of Nothing di Boris Miti (ore 20.30). La Fondazione Fitzcarraldo inaugurerà poi a Ostana il 22 ottobre (ore 14.30) il percorso di formazione sperimentale “EuHeritage Experience Design” (nell’ambito del programma UE Erasmus+), curato insieme a Materahub e pensato per accompagnare progettisti da tutta Italia nella definizione di esperienze di visita del patrimonio culturale che mettano il viaggiatore al centro del processo di design.

Il 23 ottobre (ore 16.00), in collaborazione con Unioncamere Piemonte, le Terre del Monviso esprimono il loro potenziale dando voce a dieci imprese attive in montagna, guidate da giovani imprenditori e imprenditrici. Domenica 24 (ore 16.00), Tones on the Stones dialoga con i Marlene Kuntz e gli stakeholder della Cultura del territorio portando il racconto della musica in contesti wild, dalle cave ai ghiacciai. Il 26 ottobre (ore 18.00), in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema ed il Regista e Musicista Roberto Agagliate, Viso A Viso presenta “La sartoria musicale”, un nuovo coinvolgente percorso che nel 2022 porterà gli studenti delle scuole primarie e secondarie a sonorizzare un cortometraggio di inizio Novecento, conservato dal Museo, con le musiche dei Marlene Kuntz. Mercoledì 27 ottobre l’Artista Moira Franco, dopo la recente inaugurazione della mostra personale presso il centro culturale Lou Pourtoun di Ostana (aperta fino al 7 gennaio 2022), in cui sarà attivo lo studio dei Marlene Kuntz, comincerà a realizzare i ritratti dei membri della band e, dalle 10.00 alle 17.00, sarà disponibile per il pubblico per eventuali opere su commissione.

Il 28 ottobre, dalle 16.00 alle 18.00, prove aperte: i Marlene Kuntz apriranno le porte del proprio studio al pubblico, per scoprire qualche piccolo segreto del percorso artistico del gruppo verso la realizzazione del nuovo album. Il 29 ottobrela collaborazione di Viso A Viso si allarga fino all’Emilia Romagna, per il lancio, insieme al Centro Musica del Comune di Modena e al Museo Nazionale del Cinema, dell’edizione piemontese di SOUNDTRACKS, un workshop professionalizzante sull’integrazione tra linguaggi musicali e cinematografici, insieme ai grandi musicisti, che prenderà forma tra la primavera e l’estate 2022. La Residenza ostanese si chiude con una due giorni (30-31 ottobre) di Festival insieme alle Cooperative di Comunità di Piemonte, Liguria e Val d’Aosta ed in collaborazione con ConfCooperative, per poi passare il testimone a Baladin per la seconda puntata nel Comune di Piozzo.

Il programma delle altre due residenze è in via di definizione.

Al centro di tutto, la creatività dei Marlene Kuntz, protagonisti pronti a dialogare con le iniziative organizzate insieme al network consolidato di partner: Unioncamere Piemonte, ConfCooperative, Piemonte dal Vivo, Museo Nazionale del Cinema e i suoi Servizi Educativi, CinemAmbiente, Fondazione Fitzcarraldo, Tones on the Stones e NEXTONES, Rolling Stone, Webtek e Freecom Hub, altri artisti e musicisti, che metteranno a disposizione dei partecipanti e visitatori frangenti di vita dei loro lavori in corso.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Leggi le notizie della Val Bormida

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium