/ Al Direttore

Al Direttore | 18 ottobre 2021, 12:17

Sommariva del Bosco: "La discutibile propaganda della maggioranza decaduta"

Riceviamo e pubblichiamo

Il municipio di Sommariva del Bosco

Il municipio di Sommariva del Bosco

Riceviamo e pubblichiamo.

È per un elementare bisogno di verità che sentiamo il dovere di rispondere alla lettera dell’ex “gruppo di maggioranza in Comune” pubblicata nei giorni scorsi da un settimanale locale.

Perché l’ossessiva propaganda della maggioranza decaduta (per le dimissioni del sindaco e decisione del prefetto) non può più nascondere una realtà ben diversa da quella rappresentata.

Propaganda molto discutibile, iniziata subito dopo le elezioni e che non ci è stata risparmiata neanche nei primi, terribili momenti di pandemia, con i settimanali comunicati del vicesindaco in cui non è mai mancata l’illustrazione dei grandi meriti e della sorprendente efficienza della nuova amministrazione.

Già a pochi mesi dalla malattia del sindaco, il suo vice aveva annunciato un miracoloso cambio di marcia. Rispetto all’amministrazione precedente, tutto procedeva per il meglio. Gli incapaci di prima, con lui erano diventati super efficienti. E avanti con propaganda e ringraziamenti… (ringraziavano anche il sindaco, mentre cercavano, in ogni modo, di spingerlo fuori!).

La scelta di commissariare il Comune non è stata decisa da “ambienti dove si preferisce una Sommariva dormiente” ma dal Prefetto a seguito delle dimissioni del sindaco, stanco di essere emarginato e denigrato dalla sua stessa maggioranza.

Questa pausa, che poteva essere evitata semplicemente consentendo al sindaco di svolgere l’incarico che gli era stato affidato dai cittadini, viene comunque a interrompere un’attività amministrativa disastrosa, con aumento delle tasse (Imu e Tari) ed enorme spreco di risorse in interventi certo non prioritari (parcheggio scuola, asfaltatura parcheggio cimitero, sostituzione integrale dei mezzi di trasporto comunali) dimenticando quelli più urgenti (messa in sicurezza antincendio edificio scolastico, rifacimento copertura fabbricato di via Cavour, sistemazione tetto fabbricato di viale Scuole responsabile di continue infiltrazioni, manutenzione e pulizia area cimiteriale, riempimento buche delle strade, manutenzione scarpata di via Colle Oliva).

Inoltre, nel caso dell’intervento in piazza Roma (di cui, a parte l’abbattimento degli alberi, si è accorto quasi nessuno) sono stati utilizzati impropriamente fondi destinati alla messa in sicurezza di beni comunali. Infine il centro vaccinale, che è stato un’ottima iniziativa soprattutto per merito di personale sanitario e volontari, è stato realizzato anche in molti comuni vicini, senza però farne oggetto di continua, e spesso strumentale propaganda, come invece è successo da noi.

Ora improvvisamente ci fanno sapere che, con un ritardo di due anni e mezzo, alcuni di questi interventi sono stati progettati (certo non iniziati, come scritto) negli ultimi due mesi. E sperano che il commissario prefettizio “con professionalità” li possa completare!!

Scrivere poi che “anche in questa difficile situazione, il nostro ottimismo e la nostra positività servirà da impulso per superare i problemi di questi mesi”, assomiglia molto a una presa in giro.
Servirà ben altro per venirne fuori.

Un gruppo di cittadini sommarivesi
(seguono undici firme)

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Leggi le notizie della Val Bormida

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium