/ Attualità

Attualità | 18 ottobre 2021, 08:00

Da oggi accesso libero a 10 hub vaccinali della Granda per le terze dosi agli over 60

In Piemonte riguarda una platea di 665.000 persone. Tra la seconda dose e la terza devono essere trascorsi almeno 6 mesi

Da oggi accesso libero a 10 hub vaccinali della Granda per le terze dosi agli over 60

Sono 50 in tutto il Piemonte, di cui 10 in provincia di Cuneo, gli hub vaccinali con accesso diretto dove da oggi, lunedì 18 ottobre, potranno recarsi gli over 60 con accesso diretto fino al 31 ottobre per la somministrazione della la terza dose di vaccino anti-Covid.

Per quanto riguarda l'area Cuneo 1 i centri saranno aperti dalle 8,30 alle 18,30 dal lunedì al sabato.

Si potrà accedere liberamente a Savigliano (Crosà Neira in piazza Misericordia), Saluzzo (Pala Crs - via don G. Soleri, Foro Boario), Cuneo (Movicentro, presso la tendostruttura allestita in Corso Monviso), Borgo San Dalmazzo (Ex officine Bertello in via Vittorio Veneto 19), Mondovì (Valauto, in via Torino 77) e Fossano (Sito Protezione Civile in via Granatieri di Sardegna, 1).

Mentre in orario 10,30-17,30 sarà possibile vaccinarsi il 18, 20, 22 ottobre, presso il centro vaccinale del presidio ospedaliero di Ceva, allestito in Regione San Bernardino, 4.

Per quanto riguarda l'area Cuneo 2 accesso libero dalle 10 alle 12,30 da lunedì a domenica a Verduno presso l'ospedale Michele Ferrero, a Bra presso la casa della Salute (ex ospedale Santo Spirito) in via Vittorio Emanuele II - 3 e ad Alba in via Pietrino Belli - 26 presso la casa della Salute (ex ospedale San Lazzaro).

PER ELENCO E ORARI CLICCA QUI.

Come ricorda la nota della Regione Piemonte diramata in queste ore tra la seconda dose e la terza devono essere trascorsi almeno 6 mesi.

"La platea potenziale - si legge nella nota regionale - per la terza dose degli over60 che hanno già concluso il primo ciclo vaccinale comprende in Piemonte 665.000 persone (esclusi gli over80, gli operatori sanitari, le persone con elevata fragilità e ospiti e operatori di Rsa, per cui la campagna della terza dose è già in corso)."

Da novembre, aumentando considerevolmente la platea potenziale dei 60-70enni che possono ricevere la terza dose (148.500 a novembre, 252.000 a dicembre, 198.000 a gennaio e il restante suddiviso tra i mesi di febbraio, marzo e aprile) sarà possibile prenotare l’appuntamento per la dose aggiuntiva su www.ilPiemontetivaccina.it

Persone con elevata fragilità

Le 168.000 persone con elevata fragilità (esclusi gli immunodepressi, che sono stati i primi a partire con la terza dose) vengono convocate direttamente dalle aziende sanitarie.

Anche in questo caso le convocazioni dovranno tenere conto del fatto che siano passati almeno 180 giorni tra seconda e terza dose. Su questa base sono state calcolate 27.600 persone ad ottobre, 106.000 a novembre, 18.500 a dicembre, 10.700 a gennaio e le restanti a seguire tra febbraio, marzo e aprile.

 

Daniele Caponnetto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Leggi le notizie della Val Bormida

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium