/ Sanità

Sanità | 19 ottobre 2021, 21:15

"Unire le forze e fare sì che l'esempio della Polio possa aiutarci a risolvere anche il problema del Covid "

Presentato in Sala San Giovanni, a Cuneo, l'evento "Il Rotary ha sconfitto la polio e non solo…" organizzato dai Club Rotary Cuneo 1925 e dal gruppo Monviso e Savigliano

Alcuni momenti della conferenza Rotary

Alcuni momenti della conferenza Rotary

In sala San Giovanni a Cuneo, si è appena svolta la conferenza dal titolo  "Il Rotary ha sconfitto la polio e non solo…".

Un incontro interessante che ha messo al centro il lavoro svolto del sodalizio a livello mondiale per debellare la Poliomelite e l'importanza del vaccino e della sua efficacia (non lontano da ciò che succede oggi con altri virus, come il Covid, e le sue varianti). 

Una serata che ha avuto come tema la sanità pubblica, ed ha coinvolto medici e docenti universitari nell'ambito sanitario, oltre ai presidenti dei Rotary della provincia Granda e della regione Piemonte. 

Sono intervenuti: Silvia Scarrone, governatore Distretto 2032, Livio Vivalda, assistente del governatore Gruppo Monviso, Rinaldo Firpo, presidente della Commissione Prevenzione Sanitaria Distretto 2032, Luigi Gentile, assistente del governatore Gruppo Piemonte Est e presidente della sottocommissione Prevenzione Cardiometabolica Distretto 2032, Giancarlo Icardi, professore ordinario Università di Genova, direttore del Dipartimento di Scienze della salute, commissario Covid Distretto 2032.

Manuela Vico presidente Rotary Cuneo 1925: "I Rotary club stanno sviluppando vari eventi per promuovere l'eradicazione della Polio.

Con questo incontro, il Rotary Club Cuneo 1925, ha anticipato la giornata mondiale della Polio continuando ad impegnarsi con grande serietà e umanità in questa pandemia da Covid-19 e mettendo a disposizione service e lavori. In questo periodo pandemico tutti i medici dei Rotary Club sono scesi in campo e hanno contribuito alla vaccinazione".

Il pediatra Livio Vivalda, assistente del governatore Gruppo Monviso - che coinvolge Saluzzo, Cuneo e Alpi del Mare e Mondovì -: "Il prossimo 24 ottobre sarà celebrato il "Word Polio Day" un evento unico a livello globale, dove uniti insieme ad altre realtà abbiamo impiegato risorse per portare la vaccinazione della Polio in tutto il mondo, investendo molto e organizzando insieme ai volontari ben 6 milioni di vaccinazioni in Indonesia.

L'obiettivo è unire le forze e fare sì che l'esempio della Polio possa aiutarci a risolvere anche il problema del Covid".

Giancarlo Icardi, professore ordinario Università di Genova, direttore del Dipartimento di Scienze della salute, commissario Covid Distretto 2032 ha analizzato cosa è successo a suo tempo con la Polio e oggi con il vaccino: "Oggi se stiamo cambiando la storia della pandemia, la cambiamo grazie ai vaccini. Ecco l'importanza della conoscenza e del suo utilizzo a scopo preventivo. Come il primo vaccino anticancro anti- papillomavirus, che coinvolge i ragazzi dai (10/12anni) e che ha dimostrato l'elevata efficacia, e dove si previene oltre il 90% dei tumori al collo utero".

In rappresentanza dell'Azienda Ospedaliera Santa Croce e Carle, il direttore sanitario, la dottoressa Monica Rebora, ha fatto un quadro dell'avventura complessa del Covid affrontata nel 2020 e ancora oggi, e le relative sfide. Sottolineando il notevole supporto del Rotary attraverso la donazione di dispositivi di protezione individuale importanti ed apparecchiature, come l'ecografo di alta gamma donato nell'estate 2020 e impiegato in ambito ospedaliero nei reparti strettamente correlati al Covid. 

Paola Culotta, coordinatore e docente del Corso di laurea di Infermieristica dell'Università di Torino, sede di Cuneo, con la partecipazione un nutrito gruppo di studenti del terzo anno ha sottolineato due cose fondamentali: "La formazione degli infermieri non ha avuto un arresto ed è proseguita (online e in presenza) per tutto il periodo di emergenza sanitaria e siamo riusciti a laureare senza ritardi secondo la programmazione accademica. La cura è una via preferenziale per la costruzione della pace del Mondo

Il messaggio finale della conferenza vuole essere la necessità di aumentare la vaccinazione per debellare i virus.

Tiziana Fantino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium