/ Cronaca

Cronaca | 20 ottobre 2021, 13:47

Sushi amaro per una trentina di cuneesi: presunta intossicazione di massa

Una mamma: “I miei figli sono stati male. Siamo in contatto con l’Asl e abbiamo creato un gruppo Whatsapp per raccogliere le testimonianze di tutti coloro che sono stati male. Siamo a quota 35 partecipanti, una persona per ogni nucleo familiare. Stiamo valutando un’eventuale azione legale”

Foto generica

Foto generica

Sta facendo molto discutere il caso della presunta intossicazione alimentare che ha colpito numerose persone (sono alcune decine quelle che si sono rivolte ai medici di famiglia o al pronto soccorso) a partire dalla giornata di sabato.

Comune origine del malessere, secondo quanto riportato dagli interessati, il cibo di un locale di cucina orientale a Cuneo. In poco meno di 24 ore sarebbero aumentati i casi di persone finite in ospedale o, comunque, sottoposte ad accertamenti da parte dei medici di famiglia.

I sintomi che accomunano gli avventori: febbre alta, vomito e dissenteria. A creare un gruppo di whatsapp è stata una mamma, i cui figli sono andati a cena nel locale sabato scorso: “Mia figlia ha avuto la febbre a 39.5 e il vomito, ed è andata in pronto soccorso. Sulla chat che abbiamo creato, al momento ci sono 35 persone, un componente per famiglia. Tutti hanno pranzato o cenato nel locale nel weekend. Alcuni di loro stanno ancora male. So che l’Asl ha contattato molte persone perché alcuni bambini sono finiti in pediatria. Ci sono state numerose segnalazioni. Stiamo valutando un’eventuale azione legale”.

A confermare le numerose segnalazioni, l’ufficio SIAN (servizio igiene alimenti e nutrizione) dell’Asl Cn1: “Stiamo effettuando le indagini”.

CharB.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Leggi le notizie della Val Bormida

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium