/ Politica

Politica | 22 ottobre 2021, 12:28

Casoni (Fratelli d’Italia): “Entro novembre i nomi dei candidati sindaco del centrodestra”

Il coordinatore provinciale di FdI smorza le polemiche nazionali con la Lega e annuncia decisioni a breve per Cuneo, Mondovì e Savigliano. “Cercheremo nomi autorevoli di ambito politico, non nella società civile”

Casoni (Fratelli d’Italia): “Entro novembre i nomi dei candidati sindaco del centrodestra”

Una battuta di Matteo Salvini “Fratelli d’Italia non rompa i c..i a noi, ma lo faccia piuttosto nei confronti del Pd e del Governo”, fa volare gli stracci nel centrodestra all’indomani della sconfitta elettorale nelle recenti amministrative del 3 e 4 ottobre.

Ne parliamo con William Casoni, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, per cercare di capire qual è lo stato dell’arte in provincia di Cuneo, in vista delle comunali di Cuneo, Mondovì e Savigliano.

 

A giudicare dall’aria che tira, sembra che l’armonia non sia oggi il sentimento prevalente nel centrodestra…

“Non penso che una battuta “rubata” possa mettere a repentaglio una coalizione. Quel che posso dire è che da noi, in provincia, i rapporti sono buoni e caratterizzati dalla volontà di procedere uniti”.


Salvini ha sollecitato i nomi dei candidati sindaco…

“Lo ha fatto anche Giorgia Meloni. Mi pare sia opportuno avviare quanto prima “tavoli” regionali per poi passare alla fase operativa”.


Avete già qualche indicazione per le tre maggiori città del Cuneese dove si andrà al voto la prossima primavera?

“Qualche ipotesi c’è, ma non è opportuno in questo momento dare nomi in pasto all’opinione pubblica, considerato che prima deve essere verificata la loro personale disponibilità e poi la condivisione fra i tre partiti”.


Per Cuneo, mesi addietro, era circolato il nome del vostro capogruppo in Regione Paolo Bongioanni….

“Non sarà lui. Abbiamo verificato che dovrebbe preventivamente dimettersi da presidente del gruppo. Riteniamo sia invece opportuno che rimanga dov’è, visto che sta svolgendo una funzione egregia per il partito e per il territorio”.


Se non un nome, mi dia almeno un identikit. Qualcuno ipotizzava esponenti del mondo delle categorie produttive…

“Le posso dire che non andremo a cercare nella cosiddetta “società civile”, individueremo piuttosto, insieme ai partner di coalizione, nomi autorevoli ma di ambito politico. Per essere più chiari non il Damilano o il Michetti della situazione”.


Fratelli d’Italia accampa preferenze?

“Siamo disponibili a ragionare a tutto tondo insieme a Lega e Forza Italia per scegliere i candidati migliori. Se proprio vuole avere un’indicazione, le dico che Mondovì è la città in cui ci sentiamo più forti. Ciò premesso, non abbiamo preclusioni, ma nemmeno accetteremo veti”.


Casoni, lei è stato vicepresidente della Regione con Enzo Ghigo, ha avuto ruoli importanti e non le difetta certo l’esperienza politico-amministrativa. Non sarebbe disposto a candidarsi sindaco a Cuneo?

“Ho già dato. Oggi preferisco fare l’allenatore. Ho concorso alla nascita di una buona squadra con l’elezione dell’onorevole Monica Ciaburro a Roma e di Paolo Bongioanni a Torino. Mi sembra siano stati entrambi buone scoperte”.


Su Cuneo c’è sempre il “nodo Lauria”, il cui pacchetto di voti, a maggior ragione adesso che cavalca la protesta dei No Green pass, potrebbe essere determinante. Non pensate di chiedergli, diciamo così, un “ravvedimento operoso” e riprenderlo nelle vostra fila?

“Questo è un nodo che scioglierà eventualmente il candidato sindaco. Non sceglieremo un burattino, per cui sarà lui, in accordo con i tre partiti, a definire la squadra nella sua interezza”.

Giampaolo Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium