/ Cronaca

Cronaca | 24 ottobre 2021, 13:21

A Piasco il dolore per la perdita di Enrico e Paolo, “due ragazzi fantastici”

Un paese straziato per la tragedia di ieri sera, a Brossasco. Ma che al tempo stesso si unisce nella preghiera e nella speranza per gli altri due giovani, Luca e Michele, feriti gravemente e ricoverati in ospedale. Il ricordo del sindaco Roberto Ponte

Da sinistra, Enrico Olivero e Paolo Salvatico

Da sinistra, Enrico Olivero e Paolo Salvatico

Piasco, oggi, domenica 24 ottobre, è un paese straziato.

Che si cala nel silenzio, nel dolore.

Un paese che oggi piange due giovani ragazzi. Due vite spezzate da una tragedia immane. Due giovani portati via negli anni più belli, negli anni di quella normale spensieratezza.

Enrico Olivero e Paolo Salvatico, entrambi classe 1998, non ci sono più. Sono morti nel terribile incidente di ieri sera (sabato) sulla strada vecchia per Venasca, mentre viaggiavano a bordo della Mercedes “Classe A” di Olivero, in direzione Brossasco.

Dopo il lungo rettilineo, prima della curva che conduce alla rotonda di ingresso a Brossasco, l’auto ha perso il controllo ed è sbandata. Ha proseguito la sua corsa nei prati a bordo strada, capottandosi, prima di finire nel letto del Torrente Varaita.

Enrico e Paolo hanno riportato traumi gravissimi. All’arrivo dei soccorritori, i medici del 118 sul posto non hanno potuto far altro che constatare il decesso dei due giovani.

Il sindaco del paese, Roberto Ponte, è commosso nel ricordare i suoi due giovani concittadini che hanno perso la vita nel tragico incidente: “Ero amico di entrambi. Sono figli di famiglie molto conosciute e davvero molto stimate, a Piasco.

Due ragazzi già bene inseriti nel mondo del lavoro. Due ragazzi, come tutti i ragazzi, fantastici. La tragedia è immensa, e oggi non ci resta che pregare”.

Paolo Salvatico svolgeva la professione di idraulico. Enrico Olivero era invece un tecnico dell’azienda Rivoira Frutta. Tutti e due erano accomunati dalla passione per lo sport, per il ciclismo: entrambi erano stati corridori su strada. Paolo era il figlio di Bruno Salvatico, patron dell’Esperia Piasco, di cui era presidente. Il papà di Enrico, invece, è Beppe Olivero, bidello delle locali scuole ed apprezzato giornalista del settimanale diocesano “Corriere di Saluzzo”.

Sono tante le attestazioni di cordoglio che stanno giungendo in paese. A dimostrazione di quanto i due giovani fossero davvero conosciuti e benvoluti da tutti. Tra le tante, il ricordo del “Saluzzo North West Roosters”, la squadra di rugby all’interno della quale militava proprio Paolo Salvatico: “In questi momenti le parole non servono ad alleviare il dolore. – è il messaggio comparso sulla pagina Facebook della squadra – Ciao Paolino”.

Sempre Salvatico era conosciuto anche per aver vestito i panni dei “Magnin”, tradizionali maschere carnevalesche locali, entrando a far parte di quella che è la “Cricca” del Carnevale.

Insieme ad Enrico e Paolo, in macchina, altri tre giovani. Due ragazzi, sempre originari di Piasco: Michele Bertaina e Luca Bonansea. Ed una giovanissima 19enne di Verzuolo. Proprio Luca Bonansea, uno dei tre feriti, siede all’interno del Consiglio comunale del paese, nell’Amministrazione comunale del sindaco Ponte.

Accanto al dolore incolmabile per la perdita di Enrico e Paolo, Piasco ora si unisce nella preghiera e nella speranza per Michele e Luca, ricoverati in gravissime condizioni all’ospedale Santa Croce di Cuneo.

Nicolò Bertola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium