/ Attualità

Attualità | 25 ottobre 2021, 14:29

A Rocca de' Baldi inaugurata la nuova area giochi inclusiva nella frazione di Crava

Il parco si trova vicino all'oratorio ed è stato realizzato con il sostegno di Fondazione CRC attraverso il bando "Spazi per l'infanzia"

A Rocca de' Baldi inaugurata la nuova area giochi inclusiva nella frazione di Crava

Sono stati inaugurati ieri, domenica 24 ottobre, i nuovi giardinetti inclusivi del comune di Rocca de' Baldi

In occasione dell'Antica Fiera del Fagiolo è stato organizzata una sentita cerimonia, alla presenza di autorità civili e religione, ma soprattutto di tanti bambini, veri protagonisti di questo progetto.

Il nuovo parco giochi, nella frazione di Crava, proprio accanto all'oratorio, è stato realizzato con una spesa di circa 33 mila euro, finanziata con circa 12 mila euro assegnati da Fondazione CRC attraverso il bando "Spazi per l'Infanzia".

Nei prossimi mesi verrà sistemata anche l'illuminazione  al monumento dedicato agli Alpini, che si trova a fianco dell'area giochi e che verrà inaugurato il prossimo gennaio.

Al taglio del nastro oltre al sindaco e al vice presidente di Fondazione CRC, Ezio Raviola, erano presenti Don Antonio, che ha dato la sua benedizione a tutti i bambini che giocheranno nel parco, il gruppo Alpini, rappresentanti delle associazioni locali, diversi amministratori dei comuni del territorio, il senatore Marco Perosino, il consigliere regionale Paolo Bongioanni e il consigliere ATL Rocco Pulitanò.

"La libertà non è scontata, non dobbiamo mai dimenticarlo" - ha commentato il sindaco Bruno Curti - "e un'area giochi a fianco al monumento in ricordo degli Alpini vuole essere un segnale per imparare dal passato e non dimenticare mai coloro che si sono sacrificati per la libertà di cui godiamo oggi."

Dopo taglio del nastro i bambini hanno ricevuto la merenda offerta dalla Venchi di Castelletto Stura accompagnata dagli sciroppi di PierH2O, gestore della casetta dell'acqua che sorge vicino al parco giochi. 

"Quest'area" - ha aggiunto il sindaco - "oltre ad essere sicura perché opportunamente recintata al fine di tenere i bambini lontani dai pericoli della strada è inclusiva, perché i giochi possono essere utilizzati anche da bambini con disabilità o problemi motori, ma è anche parte di una piccola area ecologica: infatti, la casetta dell'acqua, installata da tempo, in sette anni ha permesso di risparmiare 14 tonnellate di plastica".

Nella stessa giornata sono stati inaugurati anche i giardinetti inclusivi di Mondovì, realizzati sempre con il sostegno di Fondazione CRC, in via Ortigara e nel viale della stazione. 

 

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium