/ Politica

Politica | 27 ottobre 2021, 08:50

"Fratelli d'Italia si rifiuta di tagliare i ponti con il passato buio della storia italiana"

Riceviamo e pubblichiamo integralmente

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Gentile Direttore,
lunedì sera in Consiglio comunale a Cuneo si è finalmente svelata l’ipocrisia del gruppo Fratelli d’Italia. L’unico consigliere comunale di Fratelli d’Italia presente non ha votato l’ordine del giorno per lo scioglimento di Forza Nuova dopo i gravi fatti di Roma, dove esponenti di questa associazione neofascista hanno coordinato l'assalto alla sede nazionale della CGIL il 9 ottobre scorso.

Ma questo ce lo aspettavamo e non lo scopriamo certamente oggi. Quello che stupisce è che lo stesso gruppo politico, in un ordine del giorno precedente di cui era il proponente, disquisiva sulla necessità morale e concreta di essere contro tutti i totalitarismi, contro ogni forma di razzismo e di violenza.

Correttezza, coerenza e senso civico sono parole che non stanno di casa in questo gruppo politico. Il resto del centro destra presente in consiglio comunale? Non pervenuto.

E’ l’ennesima dimostrazione che non c’è la volontà, da parte di Fratelli d’Italia, di tagliare i rapporti con quel passato buio e vergognoso della nostra storia. Non hanno la forza e l’intenzione di recidere il cordone che li lega a queste forze di chiara matrice fascista.

E’ bene che tutti i cittadini e i molti amministratori dei nostri territori l’abbiano a mente. È necessario che chi crede nell'antifascismo e nella democrazia, nata dal sacrificio di chi ha non ha avuto dubbi e si è schierato per una Italia libera, sappia ancora una volta da che parte stare.

Grazie,

PD, CUNEO CENTRO, CRESCERE INSIEME, CUNEO SOLIDALE E DEMOCRATICA, MOVIMENTO 5 STELLE, CUNEO CITTÀ D'EUROPA, CUNEO PER I BENI COMUNI, GRUPPO MISTO MAGGIORANZA

Al Direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium