/ Sanità

Sanità | 15 novembre 2021, 10:50

Il Pala CRS di Saluzzo continuerà a ospitare la campagna vaccinale, tre giorni a settimana

Nuova rimodulazione del servizio. Inizialmente si pensava di trasferire le vaccinazioni in ospedale, ma si è preferito mantenere l'operatività dell'hub al Foro Boario, aperto da aprile

L'hub vaccinale al Pala CRS di Saluzzo

L'hub vaccinale al Pala CRS di Saluzzo

Continuerà, seppur con ritmi diversi, l'attività vaccinale nel "Pala CRS" di Saluzzo.

L'hub al Foro Boario era stato aperto il 12 aprile scorso, con uno sforzo – economico ma non solo – in tandem tra Comune e realtà private locali, per dare un grande impulso alla campagna di vaccinazione di massa.

Una "partita" all'interno della quale la Città ha giocato un ruolo da protagonista: nel "Pala CRS" sono state vaccinate migliaia di persone, risultato possibile grazie ad un’organizzazione che ha davvero pensato ad ogni minimo dettaglio.

Ad ottobre, l'Asl aveva ipotizzato di chiudere l'hub vaccinale al Pala CRS. Con la campagna vaccinale che aveva raggiunto un’elevata copertura tra la popolazione, si era pensato che la somministrazione delle dosi potesse tornare all’interno dell’ospedale cittadino, da dove tutto era partito, a inizio anno.

Il direttore generale della Cn1, Giuseppe Guerra, aveva ipotizzato il cambio di linea in considerazione delle “attuali indicazioni per la prosecuzione della campagna vaccinale, che prevede per il momento una riduzione delle quantità di dosi offerte alla popolazione con il conseguente minore afflusso di utenti, dobbiamo valutare una ricollocazione del centro vaccinale all’interno del presidio ospedaliero utilizzando i locali che già erano stati dedicati all’inizio della campagna e razionalizzando gli orari di apertura”.

Al tempo stesss, sempre sul “Pala CRS”, il dottor Gabriele Ghigo aveva aperto comunque ad un suo eventuale utilizzo per le somministrazioni delle “vaccinazioni antinfluenzali, eseguite dai medici di medicina generale”.

Oggi, la decisione definitiva.

Dettata, fondamentalmente, dalle "esigenze correlate all’evoluzione della campagna vaccinale" e, contestualmente, alle "esigenze organizzative" dell'Asl.

Il centro vaccinale di Saluzzo continuerà regolarmente l’attività presso il "Pala CRS" al Foro Boario, in via Don Soleri a Saluzzo, dal lunedì al sabato, fino al 20 novembre. Poi, riprenderà giovedì 25 novembre nelle giornate di giovedì, venerdì e sabato dalle ore 8.30 alle ore 19.30.

Al centro vaccinale si potrà accedere direttamente, dal giovedì al sabato, dalle ore 8.30 alle ore 10.30 per coloro che devono ricevere le prime dosi, dalle 10.30 alle 13.30 per quanti invece devono ricevere le terzi dosi "booster" (operatori delle professioni sanitarie e operatori di interesse sanitario, vaccinati con vaccino Johnson&Johnson, vaccinati all’estero con vaccino non autorizzato EMA).

La decisione assunta dalle autorità potrebbe essere stata influenzata anche dalla posizione strategica del "Pala CRS" e dalla dotazione di ampi parcheggi nelle vicinanze dell'hub del Foro Boario. Senza contare che un centro vaccini esterno all'ospedale permette di non sovraccaricare eccesivamente il presidio ospedaliero di via Spielberg.

L'Asl ricorda come gli utenti over 60 che vogliano effettuare la dose aggiuntiva di vaccino (a 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale) debbano prenotarsi sul sito www.IlPiemontetivaccina.it.

Nicolò Bertola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium