/ Politica

Politica | 19 novembre 2021, 18:02

Silvia Cina (M5S): “Dopo 10 anni di gavetta all’opposizione siamo pronti a governare Cuneo”

La capogruppo consiliare e portavoce cittadina dei 5 Stelle auspica un confronto-collaborazione con le forze progressiste della città in vista del prossimo appuntamento elettorale amministrativo, pur non escludendo una nuova corsa in solitaria

Silvia Cina (M5S): “Dopo 10 anni di gavetta all’opposizione siamo pronti a governare Cuneo”

 

Il Movimento 5 Stelle, che a Cuneo conta due consiglieri comunali, Silvia Cina e Manuele Isoardi, è la forza politica che potrebbe – il condizionale resta d’obbligo – scardinare gli attuali equilibri se, anziché correre in solitaria, come era avvenuto nel 2017, decidesse di entrare in coalizione con liste civiche.

Dal fronte progressista, che ha ufficializzato nelle scorse settimane, la candidatura a sindaco di Luciana Toselli, arrivano aperture, cui il Movimento sembra guardare con interesse.

Ne abbiamo parlato con la capogruppo consiliare e portavoce cittadina Silvia Cina.

Si avvicina l’appuntamento amministrativo, che, nella prossima primavera, vedrà Cuneo chiamata alle urne per scegliere un nuovo sindaco e rinnovare il Consiglio. Quali sono, ad oggi, gli intendimenti del Movimento 5 Stelle di cui lei è portavoce in ambito comunale?

“Essere presenti con lo stesso entusiasmo di 10 anni fa. Con l’obiettivo di portare il nostro contributo, idee e prospettive per migliorare l’azione amministrativa e la qualità della vita dei cittadini cuneesi. Al momento stiamo lavorando, come abbiamo sempre fatto, per ascoltare le necessità della comunità e iniziando ad abbozzare un programma elettorale partecipato”.

 

È circolata voce che nelle scorse settimane abbiate chiesto un incontro alla maggioranza in carica. Abbiamo interpellato in proposito la ministra Fabiana Dadone per avere un quadro di prospettiva provinciale ma siamo ancora in attesa di risposta. Lei conferma l’incontro di Cuneo? E se sì con quale finalità?

“Ci sono stati contatti con alcune forze politiche presenti sul territorio, alcune delle quali presenti anche in Consiglio Comunale. Pensiamo sia necessario un confronto tra tutte le forze del campo progressista che hanno collaborato nel Governo Conte II. In ogni caso resta sempre aperta l’opzione di correre da soli, come fatto da un decennio a questa parte, oppure in coalizione con realtà civiche, come sperimentato in altre realtà comunali”.  

 

Il Movimento 5 Stelle, alle elezioni comunali, non è mai riuscito a sfondare.  Come mai? Vi siete dati delle spiegazioni sul perché della mancata affermazione?

“Siamo presenti in Consiglio comunale da 10 anni, mi sembra un buon risultato a giudicare da come è iniziata questa avventura. Inoltre contiamo di essere protagonisti anche per i prossimi 5 anni. Aggiungo che sono presenti esponenti M5S della provincia di Cuneo in Consiglio regionale, in Parlamento e addirittura nel Governo. Le elezioni amministrative, però, sono sfide molto differenti in cui conta ancora troppo la conoscenza diretta a scapito di un voto più ragionato e basato sulla valutazione delle proposte”.

 

A livello nazionale il Movimento ha fatto parte prima di un governo giallo-verde (con la Lega) e poi giallo-rosso (col Pd), ora di larghissime intese. Nel municipio di Cuneo, da due consiliature, è forza politica di opposizione. Quale immagina possa essere il prossimo percorso?

“Credo che possano essere condivisi almeno in parte da altre forze politiche i contenuti delle nostre 5 Stelle (Beni comuni,  Ecologia integrale, Giustizia sociale, Innovazione tecnologica, Economia eco-sociale di mercato). Si possono trovare quindi temi comuni su cui convergere e lo dimostrano le azioni trasversali che abbiamo proposto o appoggiato in questi anni di consiliatura. Intendiamo contribuire ad amministrare ed incidere sulla macchina amministrativa, siamo ormai pronti dopo 10 anni di gavetta tra i banchi dell’opposizione”.  

 

Sinistra Italiana ha auspicato la vostra partecipazione ad un’ampia coalizione progressista per battere la destra sovranista. Sono giunte avances anche dal Pd oppure avete la sensazione di essere percepiti ancora come ospiti scomodi e non graditi?

“Dialogare è sempre un’opportunità e da parte nostra non manca la volontà. Credo che ormai sia noto a tutti l’importanza e l’attualità dei temi che da sempre sono l’agenda del MoVimento 5 Stelle ed il nostro approccio culturale basato sul rispetto, dall’ambiente ai diritti delle persone più vulnerabili e discriminate. Sono le tematiche che abbiamo sempre proposto nella nostra azione politica a Cuneo”.

 

GpT

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium