Attualità - 19 novembre 2021, 13:03

Una pista ciclopedonale proietterà Morozzo e Castelletto Stura verso il Parco Fluviale (e Mondovì)

Già sbloccati i 400.000 euro a copertura del primo blocco dei lavori per la realizzazione di una pista lungo la provinciale di collegamento tra i due comuni

Foto generica - Unsplash

Foto generica - Unsplash

Sarà lunga sei chilometri e collegherà i comuni di Morozzo e Castelletto Stura seguendo la provinciale di collegamento, stretta e unanimamente considerata pericolosa per ciclisti e pedoni. Stiamo parlando del progetto di realizzazione di una pista ciclabile a doppio senso di marcia, crasi di due diverse iniziative presentate dagli enti comunali, il cui cantiere dovrebbe partire entro maggio 2022.

Il progetto - ancora in fase preliminare - prevede un costo di 1.500.000 euro divisi tra i due comuni per 800.000 e 700.000 euro. Si sono immaginati quattro lotti equamente divisi, di cui il primo da 400.000 euro - che parte dal concentrico di Morozzo sino all'innesto della strada per Montanera - ha già ricevuto il finanziamento della Regione.

"Siamo contenti di questa opportunità - ha sottolineato il sindaco di Morozzo Mauro Fissore - : si tratta di infrastrutture con grande potenzialità, come dimostrato dal grande successo riscontrato dalla ciclopedonale tra Margarita e Rocca de’Baldi".

"Importantissima anche a livello locale e turistico - ha proseguito il sindaco - : saremo in grado di collegare i territori della riserva di Crava-Morozzo al Parco Fluviale Gesso e Stura, trampolino che potrebbe portarci sino a Mondovì e, magari in futuro, anche verso villaggio Colombero tramite la via Morozzenga di epoca medioevale. Insomma, potrebbe rivelarsi un ottimo volano per l'economia locale".

"Guardiamo con fiducia e attesa alla promessa di finanziamento regionale e siamo pronti a coprire la nostra parte, l'intervento che andrà dal concentrico al confine con Morozzo, con i fondi del PNRR che presto arriveranno - ha aggiunto il sindaco di Castelletto Stura Alessandro Dacomo - . A livello di progetto parliamo di uno sforzo unico tra i due comuni: la settimana scorsa abbiamo realizzato un sopralluogo su entrambi i territori, e conveniamo tutti che l'opera sia ormai necessaria a seguito dell'aumento di traffico degli ultimi anni. Ci stiamo già muovendo in preparazione alla posa del cantiere, che avverrà all'indomani dello sblocco dei fondi".

Simone Giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU