ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Curiosità

Curiosità | 21 novembre 2021, 10:05

A Saluzzo "Le mani in pasta": storia di uomini di successo nel mondo del vino e del cibo

Lunedì 22 novembre al cinema teatro Magda Olivero. Massimiliano Prete chef saluzzese della pizzeria Gusto Divino tra le icone della enogastronomia raccontate nel film di Bronzino con Bruno Ceretto, Oscar Farinetti, Beppe Gallina e Martino Patti, Enrico Crippa

Massimiliano Prete

Massimiliano Prete

Uno dei volti più conosciuti e apprezzati della cucina saluzzese, ma non solo, Massimiliano Prete, titolare di  Gusto divino a Saluzzo e di Sesto Gusto a Torino reciterà se stesso nel film “Le mani in pasta” di Marino Bronzino, in visione lunedì 22 novembre (ore 21) al cinema teatro Magda Olivero all’interno della rassegna   "Lunedì Cinema”. 

Ingresso 7 euro; 5 euro ridotto. Il film prodotto da Lume, racconta la missione di Anto, diplomato all’Accademia delle Belle Arti, ragazzo diviso tra l’amore per il cinema e la video-arte e la passione per l’enogastronomia.

Davanti alla macchina da presa incontra con alcuni uomini e azienda icone del mondo del cibo e del vino che, in controtendenza alla globalizzazione, sono a capo di aziende familiari di successo radicate nel proprio territorio, ma con una visione e un respiro internazionale.

Attraverso gli occhi di Anto si scoprono le storie di Bruno Ceretto, Enrico Crippa, Oscar Farinetti, Beppe Gallina e Martino Patti, Massimiliano Prete.  

"Nel film – racconta Marino Bronzino voglio dare voce ai protagonisti dell’enogastronomia piemontese. Ho conosciuto Anton, un giovane talento metà filippino e metà siciliano e ho deciso di farne il narratore pur non tralasciando la storia delle aziende, si concentra soprattutto sui personaggi, che raccontano di un amore totale per il proprio lavoro".

Trionfa infatti la dedizione al lavoro e in questo quadro Massimiliano Prete, parlerà di alcuni periodi della sua vita professionale, in particolare dei primi mesi di apertura della pizzeria gastronomica di piazza Cavour a Saluzzo, con un nuovo concetto di pizza che guarda all’alta cucina, alza la qualità degli ingredienti, punta sulla lievitazione.

Prete, originario del Salento, arrivò a Saluzzo nel 1997, lavorando con Piero Sassone che in quegli anni apriva le "Quattro Stagioni" e poi in team nella pasticceria Piazza Affari situata nel locale che ora è Gusto Divino.

Ha lavorato in famosi ristoranti internazionali e collaborato con grandi chef tra i quali Erico Crippa e Luca Montersino nello staff che preparato l’apertura del megastore Eataly a New York.

"Nei miei piatti metto molto di ciò che ho da dire di me stesso e che non sempre riesco ad esprimere con le parole.

C’è il territorio piemontese in cui vivo e la contaminazione della mia terra d’origine al Sud, l’’educazione e il gusto che mi ha tramesso mia madre. Sono creazioni gastronomiche  che mescolano la mia storia personale e professionale".

Lo chef saluzzese sarà presente alla proiezione, insieme al regista Bronzino e al protagonista Anto.

vilma brignone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium