ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Agricoltura

Agricoltura | 21 novembre 2021, 15:23

PSR Piemonte: aperto il Bando contributi per investimenti nella gestione dei reflui zootecnici e digestati

Le risorse complessivamente disponibili sono oltre 9,2 milioni di euro: qualche chiarimento dallo studio Agrieuro

Foto generica

Foto generica

Lo Studio AGRIEURO illustra il Bando PSR piemontese dell’Operazione 4.1.3 recentemente approvato: previsti contributi a sostegno delle aziende che investono nella gestione degli effluenti zootecnici e digestati.

È stato recentemente approvato, per il Piemonte, il Bando PSR dell’Operazione 4.1.3, il quale ha, come obiettivo, l’ottimizzazione delle strutture di allevamento degli animali e di stoccaggio degli effluenti zootecnici e dei digestati, nonché la dotazione di attrezzature, impianti e macchine per la gestione degli effluenti e digestati medesimi e la loro distribuzione in campo per l’utilizzo agronomico, con il fine di ridurne le emissioni in atmosfera, in particolare quelle ammoniacali.

Le risorse complessivamente disponibili sono oltre 9,2 milioni di euro.

La scadenza per la presentazione telematica delle domande di contributo è stata fissata al 15 febbraio 2022.

Presentando domanda, si può richiedere un contributo pari al 40% della spesa ammessa, che può essere incrementato ulteriormente in determinate situazioni (es. zona montana, giovani neoinsediati, aderenti a PSR 10.1.5, eccetera).

Le spese ammissibili possono appartenere alle seguenti categorie:
- Investimenti volti a ridurre l’emissione ammoniacale dalle strutture di allevamento e di stoccaggio degli effluenti zootecnici e dei digestati.
- Investimenti volti a ridurre le emissioni ammoniacali durante la distribuzione in campo degli effluenti zootecnici e dei digestati.

Per le imprese singole, sono previsti i seguenti limiti di spesa:
- In caso di realizzazione di un solo intervento, diverso dalla realizzazione di una copertura fissa su struttura di stoccaggio per materiali non palabili: spesa minima ammissibile euro 10.000, spesa massima ammissibile euro 60.000.
- In caso di realizzazione di un solo intervento, consistente nella realizzazione di una copertura fissa su struttura di stoccaggio per materiali non palabili, oppure di realizzazione di più di un intervento: spesa minima ammissibile euro 10.000, spesa massima ammissibile euro 90.000.

Il bando prevede una graduatoria, all’interno della quale ciascuna azienda partecipante verrà collocata, in funzione del punteggio ottenuto, da calcolarsi mediante l’applicazione di criteri di priorità specifici. Il punteggio minimo da raggiungere è di 10 punti.

Questo Bando può rappresentare una buona opportunità per le aziende, specie quelle ad orientamento zootecnico, in quanto prevede contributi che possono aiutare a finanziare investimenti spesso impegnativi, ma dai risvolti positivi anche sull’ambiente.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium