/ Curiosità

Curiosità | 22 novembre 2021, 14:28

I saluzzesi dell'Asd Hunters sul tetto d'Italia nella finale nazionale di softair

Si tratta di un’attività ricreativa basata sulla simulazione di azioni militari nata in Giappone negli anni ’80 e che ha iniziato a prendere piede in Italia a partire dagli anni ’90, recentemente riconosciuta dal Coni come attività sportiva

I saluzzesi dell'Asd Hunters sul tetto d'Italia nella finale nazionale di softair

Andrea Botta da Bagnolo Piemonte, Stefano Perrone da Savigliano, Igor Marchionni di Borgo San Dalmazzo, Luca Villella di Savigliano, Paolo Tallone di Cuneo, Gianpaolo Uberto e Paolo Casale di Villafalletto e Indra Bovo di Centallo.

Sono i componenti del team saluzzese Asd Hunters che ieri (domenica 21 novembre) ha conquistato il primato nazionale di softair vincendo al campo Preasidium di Nettuno (in provincia di Roma) la finale italiana di questa disciplina.      

Si tratta di un’attività ricreativa basata sulla simulazione di azioni militari nata in Giappone negli anni ’80 e che ha iniziato a prendere piede in Italia a partire dagli anni ’90. L’idea è quella di simulare una battaglia in campo aperto con le cosiddette air soft gun, repliche più o meno fedeli di armi leggere che sparano pallini plastici.

La società saluzzese ASD Hunters pratica il softair dal 2003 e al momento conta circa 40 iscritti che svolgono questa attività (recentemente riconosciuta come sport anche dal Coni) nei campi da gioco di Martiniana Po e Castelletto Stura.

Tra il 2020 e il 2021 la squadra con i migliori 8 ha partecipato alle diverse tappe annuali che si svolgono in Piemonte e in tutte le regioni italiane.

Gli Hunters si sono aggiudicati la vittoria piemontese che li ha consentito di approdare alla finale nazionale di Nettuno dove hanno vinto contro i team più forti provenienti da tutta Italia.

“Per chi fosse interessato a giocare con noi – spiegano i membri della squadra saluzzese all’indomani della vittoria – basta prendere contatti sulla pagina Social di Hunters Saluzzo softair. In questo modo ci si può accordare per giocare e noleggiare ad un prezzo simbolico le attrezzature per chi ne fosse sprovvisto.”

Daniele Caponnetto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium