/ Eventi

Eventi | 23 novembre 2021, 15:37

Arte e design al centro degli appuntamenti del FestivaLieve

In programma incontri con Vittorio Sgarbi, Armando Milani, Luca Beatrice oltre a mostre e altre iniziative a tema

Nel collage fotografico, da sinistra a destra: Armando Milani, Vittorio Sgarbi e Luca Beatrice

Nel collage fotografico, da sinistra a destra: Armando Milani, Vittorio Sgarbi e Luca Beatrice

Nell’ambito del ricco calendario della prima edizione del FestivaLieve - manifestazione culturale promossa dall’associazione Feed di Asti, in parternariato con Comune, Provincia e Regione, in occasione della prima Fiera nazionale del tartufo di Asti – non mancano specifici momenti dedicati all’arte e al design con tre appuntamenti dedicati all’arte e altrettante mostre.

Ad appena 6 giorni dall’apertura sono già oltre 700 le persone che hanno visitato la mostra “Luzzati, Calvini e il concetto di levità”. Esposizione, allestita a cura della Lele Luzzati Foundation, che sarà visitabile fino al 19 dicembre a Palazzo Ottolenghi, corso Alfieri 350 Asti, il venerdì dalle 15.30 alle 18.30 e nei fine settimana e festivi dalle 10 alle 18.30. La mostra sarà visitabile per le classi su prenotazione anche in altri orari previa prenotazione alla mail segreteria@festivalieve.com

INCONTRO IN UNIVERSITA' CON IL DESIGNER ARMANDO MILANI

Venerdì 26, alle 15, il celebre designer Armando Milani, autore tra l’altro del logo ONU con la colomba della pace, parlerà di “Design, grafica e comunicazione: un dialogo in divenire” nell’ambito di un incontro in programma presso il Polo Universitario cittadino. La lezione, aperta a tutti senza prenotazione, conclude un percorso formativo a cui hanno partecipato gli studenti delle diverse sedi dell'Accademia di Belle Arti di Cuneo.

Durante l'incontro, verranno presentati, oltre ad alcuni elementi della celebre mostra “NO Words”, realizzati da Armando Milani, anche i manifesti di comunicazione sociale che gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Cuneo hanno preparato come esercitazione conclusiva del loro percorso formativo.

“Sono molto soddisfatto di questo percorso e di questa esperienza – ha commentato Milani, che per vita privata e lavoro si divide tra Usa, Francia e Italia –. Parlando con i ragazzi, mi sono soffermato sul ruolo del manifesto come elemento potente di comunicazione sociale e sulla necessità di utilizzare immagini che riuscissero a comunicare ‘l'essenza’ del messaggio. Credo che gli studenti, coordinati dagli insegnanti dell'Accademia di Belle Arti di Cuneo e dalla dirigente, professoressa Orzi Lucchini, abbiano lavorato davvero molto bene e che sarà estremamente interessante vedere esposti gli esiti delle loro riflessioni sul concetto di levità”.

Al termine della lezione, ad ingresso libero, l'Accademia di Belle Arti di Cuneo offrirà un rinfresco ai partecipanti all'incontro.

UN DIVERSO SGUARDO SULL'ARTE CON SGARBI E BEATRICE

Un’altra attesissima lezione sarà quella che, sabato pomeriggio alle 15, il critico d’arte Vittorio Sgarbi terrà al Palco 19 su Caravaggio. Offrendo ai presenti la possibilità di riscoprire i maggiori capolavori di questo straordinario, irriverente pittore, capace di usare la luce con una forza e un'intensità come nessun altro ha saputo fare. Al termine dell'incontro l'on. Sgarbi autograferà le copie del suo libro. Ingresso a pagamento, con biglietti prenotabili su www.ciaotickets.com

Si arriverà così a domenica 28 novembre, giorno in cui, alle 16.30, il critico d’arte Luca Beatrice, in sala Ritz, terrà una lectio sull'arte moderna. Ma, attenzione, non sarà nulla di ciò che ci si può aspettare! Incalzato dalle domande dello youtuber astigiano Andrea Cerrato, Beatrice presenterà gli artisti e le correnti principali dei giorni nostri. Al centro, la domanda che dà anche il titolo all'ultimo libro di Beatrice: “Tu da che arte stai?”.

LA 'COLLETTIVA' DI MOLTI ARTISTI ASTIGIANI

Oltre alla già citata esposizione incentrata su Luzzati e Calvino, dal 25 al 28 novembre, negli spazi del Palco 19, sarà altresì possibile ammirare le opere di diversi artisti astigiani, riunite nella mostra “Lievemente in Arte”, curata da Marisa Garramone.

Vi troveranno spazio opere di Antonio Guarene, Viviana Gonella, Rossana Turri, Barbara Fantaguzzi, Ottavia Boano Baussano, Giorgio Panelli, Paolo Viola, Marzio Broda, Maurizio Carrer, Massimo Paganini e Matteo Bisaccia, oltre che della stessa Marisa Garramone

Che dichiara: “Gli artisti coinvolti per questa mostra hanno in comune la passione e l'interesse per l'arte. Sono pittori già noti, protagonisti di personali e collettive in Italia e all'estero. In primis il maestro Antonio Guarene, noto alla città per aver realizzato ben due drappi del Palio. Il gruppo di artisti ha partecipato già a diverse manifestazioni: Passepartout en hiver, arrivata alla X edizione, Arti e mercanti, Palio, Douja, Sagre. Tutte manifestazioni coinvolgenti, che si arricchiscono ulteriormente con le collettive d'arte, come FestivaLieve, a cui siamo molto lieti e onorati di partecipare”.

I RESTANTI APPUNTAMENTI

Ma non è finita qui, perché il programma del Festival prevede anche spettacoli comici con  Leonardo Manera e Cristiano Militello, oltre a incontri con Antonio Caprarica, i Legolize e Tredici Pietro.

Infine, alle 18.30 del 25 novembre, è in calendario un dibattito correlato alla Giornata mondiale contro la violenza sulle donne che vedrà la partecipazione di Simona Ventura, dell’assessore regionale al Welfare Chiara Caucino, degli assessori comunali Elisa Pietragalla e Loretta Bologna, della presidente dell’Ente Nazionale Fiera del Tartufo di Alba Liliana Allena e di Paola Malabaila. Le ospiti parleranno di esperienze al femminile, moderate da Giovanni Terzi. Ingresso libero senza prenotazione.


Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium