/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 25 novembre 2021, 10:02

Lezioni sul contrasto al cyberbullismo per 25 classi del Comprensivo govonese

Gli alunni del polo roerino a confronto con la Polizia Postale di Cuneo e con la senatrice Elena Ferrara, prima firmataria e promotrice delle legge che mira a contrastare questo grave fenomeno

Lezioni sul contrasto al cyberbullismo per 25 classi del Comprensivo govonese

“Siate forti, lottate contro le sofferenze causate dai cyberbulli, ma non feritevi da soli perché non potrete mai vincere una battaglia finché ci saranno ferite da guarire...”.
Sono le parole che Melissa, alunna della scuola secondaria di primo grado, ha voluto digitare su una delle quasi 200 slide inviate alla senatrice Elena Ferrara, che martedì 23 novembre ha incontrato virtualmente 25 classi dell’Istituto Comprensivo di Govone, Scuola polo regionale delle Avanguardie educative.

Il tema di scottante attualità, sul quale ha conversato con il giovane pubblico, proveniente dai plessi della primaria e secondaria di primo grado, è stato quello del cyberbullismo.

La professoressa Ferrara, prima firmataria e promotrice delle legge contro il cyberbullismo, con un linguaggio delicato e molta pazienza ha illustrato le cause del fenomeno, soffermandosi sulle modalità di aiuto, recupero offerte non solo alla vittima, ma anche a chi si macchia di un tale reato.

Toccante il racconto della storia di Carolina Picchio che, giovanissima, decise di togliersi la vita proprio in seguito a ripetuti episodi di cyberbullismo, messi in atto da alcuni coetanei.
Parole quali diffamazione, ingiustizia, reato, internet, aiuto, adulto sono rimbalzate tra le aule, ripetute in più momenti nel corso delle quasi due ore di intervento, al termine del quale numerose e mirate sono state le domande.

Inserita in una due giorni dal titolo “Cyber... riflettendo”, la tematica è stata ulteriormente approfondita mercoledì 24 novembre, a cura della Polizia postale di Cuneo, grazie alla grande disponibilità del responsabile della sezione cuneese, Corrado Giuseppe Busano.

Collegati in modalità telematica da una delle aule del plesso della secondaria di Priocca, introdotti dalla dirigente scolastica, prof.ssa Gabriella Benzi, il sovrintendente Cristiano Regolo, l’assistente capo coordinatore, Michele D’Alfonso, e l’assistente capo Gianluca Torti hanno illustrato i pericoli della rete, le sanzioni a cui va incontro chi pratica il cyberbullismo.

L’accento è stato posto sull’importanza del rispetto delle regole, che non può e non deve mancare, all’interno di qualsiasi comunità, anche quella virtuale dei social.

Anche in tale occasione il giovane pubblico di studentesse e studenti ha saputo approfittare dell’opportunità offerta, rivolgendo molte domande per chiarire dubbi, incertezze e chiedere consigli pratici su un tema tanto spinoso e importante.

C. S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium