/ Agricoltura

Agricoltura | 25 novembre 2021, 19:45

Legge di Bilancio, Bergesio (Lega): “Inserire e potenziare misure a sostegno dell’agricoltura italiana”

La nota del capogruppo del Carroccio in Commissione Agricoltura

Giorgio Maria Bergesio

Giorgio Maria Bergesio

Misure a sostegno della filiera italiana della birra, al comparto cerealicolo, la modifica alla normativa per i prodotti ortofrutticoli coltivati negli stabilimenti con sistema di produzione in ambiente chiuso.

Sono alcune delle osservazioni contenute nel parere della Commissione Agricoltura del Senato sul progetto di legge di bilancio 2022.

Ma la nota della Commissione Agricoltura contiene anche valutazioni di ordine più generale.

Il senatore Giorgio Maria Bergesio, che in Commissione Agricoltura è capogruppo Lega Salvini Premier, ne cita alcune: “Occorre tra il resto prevedere misure per risolvere l'emergenza dell'eccessiva presenza di fauna selvatica nelle campagne e nei centri abitati, anche attraverso la semplificazione ed il rafforzamento degli interventi di controllo e contenimento nonché con adeguati ristori per i proprietari di colture e allevamenti danneggiati”.

Sulle risorse idriche, la cui crisi causata dai cambiamenti climatici si acuisce di anno in anno, Bergesio afferma: “In sede di legge di bilancio si valuti la possibilità di prevedere un piano straordinario quinquennale di investimenti finalizzato ad aumentare la capacità di immagazzinamento al fine di favorire una gestione oculata delle risorse disponibili”.

“Sono necessari inoltre interventi sul costo del lavoro agricolo, con la riduzione delle aliquote contributive a carico delle imprese agricole – continua il Senatore Bergesio -. Ma è anche opportuno, nella filiera ortofrutticola gravemente colpita dall’andamento del mercato, prevedere un esonero dal versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali per il periodo contributivo gennaio- marzo 2022”.

Sui rapporti di lavoro agricolo, ancora Bergesio: “Si valuti l’introduzione di una specifica misura agevolativa per la stabilizzazione dei rapporti di lavoro attraverso il riconoscimento di un esonero temporale della contribuzione previdenziale e assistenziale a carico dei datori di lavoro, anche al fine combattere i fenomeni di sfruttamento del lavoro e di caporalato consentendo risparmi nell’erogazione delle prestazioni di disoccupazione agricola.

Sarebbe anche opportuno, nell’ambito delle misure sul credito di imposta per gli investimenti in beni strumentali “Transizione 4.0”, valutare la possibilità di cessione del credito a soggetti terzi, fra cui gli istituti bancari, con l’obiettivo di aumentare la liquidità delle imprese per una loro maggiore propensione all’investimento”.

Ed inoltre, sempre il senatore Bergesio: “Occorre prevedere misure specifiche aggiuntive per la salvaguardia e lo sviluppo agricolo in aree interne e svantaggiate e, in generale, la possibilità di rinegoziazione del debito bancario”.

Infine: “Come sollecitato più volte dalla Lega, servono interventi nel comparto lattiero caseario, anche miranti a superare i contenziosi ancora aperti in materia di quote–latte”, conclude il senatore Bergesio.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium