/ Attualità

Attualità | 27 novembre 2021, 19:43

I Radicali Cuneo a Torino di solidarietà per i prigionieri politici in Bielorussia

Un ponte umano a piedi nudi dal consolato della Bielorussia a quello polacco. "Un ponte simbolico che supera un confine che per migliaia di migranti è invalicabile" l'hanno definito gli organizzatori"

Alcune immagine del sit-in a Torino

Alcune immagine del sit-in a Torino

Anche gli attivisti dell'associazione Radicali Cuneo - Gianfranco Donadei hanno partecipato, in occazione della giornata di solidarietà con i dissidenti che si oppongono a Lukashenko, al sit-in organizzato dai radicali torinesi.

Un ponte umano a piedi nudi dal consolato della Bielorussia a quello polacco. "Un ponte simbolico che supera un confine che per migliaia di migranti è invalicabile" l'hanno definito gli organizzatori. 

Erano anche presenti le cittadine bielorusse Natallia kachura e Yuliya Yukhno che hanno fornito la loro personale testimonianza sulle esperienze di incarcerazione e le violenze subite e viste.

“Dobbiamo dare voce ai dissidenti bielorussi che lottano per la libertà e la democrazia e alle migliaia di immigrati che vengono utilizzati come carne da macello da Putin e Lukashenko che, senza mezzi termini, sono dei terroristi. - dichiarano Filippo Blengino e Sabatino Tarquini - Abbiamo camminato a piedi nudi dal consolato onorario bielorusso al consolato polacco. Lo abbiamo fatto come gesto nonviolento. 

Riteniamo urgente che l’Unione Europea intervenga senza fare sconti sia a Lukashenko sia a Putin. Chiediamo le dimissioni di Fabrizio Comba (portavoce regionale di Fratelli d’Italia) da console onorario della Bielorussia in Piemonte.

Meglio tardi che mai".

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium