/ Attualità

Attualità | 29 novembre 2021, 17:12

Vaccini, per le terze dosi cambia il sistema di prenotazione. Cirio: "Chiameremo direttamente noi, garantendo le priorità" [VIDEO]

Stop alle prestazioni sul sito: ci penserà la Regione. Il governatore: “Siamo in grado di convocare tutti i piemontesi: lo faremo dopo 5 mesi dalla seconda dose ed entro la scadenza del Green Pass. Si tratta di uno sforzo enorme, in 48 ore è cambiato tutto”

Il presidente della Giunta regionale Alberto Cirio

Il presidente della Giunta regionale Alberto Cirio

Il Piemonte scalda i motori e si prepara a garantire ai propri cittadini le 3 milioni di “terze dosi” che andranno somministrate nei prossimi mesi. 

La quarta ondata di Covid, le scadenze dei primi Green Pass e la variante Omicron hanno spinto le istituzioni a chiedere un’improvvisa ripresa della campagna vaccinale. Per non farsi trovare impreparata, la Regione Piemonte ha deciso di rivedere il sistema di prenotazione delle dosi del vaccino, in modo tale da evitare code e caos, cercando di tutelare la sicurezza dei cittadini piemontesi.

Come cambia il metodo di prenotazione

Il governatore Alberto Cirio, infatti, ha deciso di archiviare il vecchio sistema, quello della prenotazione tramite il sito www.ilpiemontetivaccina, in favore di una chiamata diretta dei cittadini da parte della Regione: “Ho parlato col generale Figliuolo, che ha approvato la nostra modalità operativa: fino a oggi il cittadino riceveva un messaggio con cui gli veniva comunicato che erano trascorsi i 5 mesi e poteva prenotarsi la dose. Aprendo a tutto, questo discorso viene meno: saremo noi, direttamente, a comunicare ai cittadini la data della convocazione”.

Cirio: “Garantiamo la sicurezza dei cittadini” 

La ratio del provvedimento? Evitare che un 18enne “scavalchi” un 70enne. “Vogliamo mettere in sicurezza i più fragili”, ha spiegato Cirio. Due i paletti che rimarranno immutati: per ricevere la terza dose dovranno essere passati 150 giorni (5 mesi) dalla seconda e non si permetterà che scadano i Green Pass ottenuti dai cittadini. Ogni piemontese, di fatto, verrà chiamato dalla Regione in una finestra compresa tra i 150 giorni dalla seconda dose e la scadenza del Green Pass. Chi non potrà recarsi in un hub vaccinale nella data indicata, potrà comunque modificare la data sul sito.

 

Tre milioni di piemontesi aspettano la terza dose

Abbiamo potenziato al massimo la campagna vaccinale, siamo in grado di garantire tra le  30mila e le 35 mila dosi al giorno grazie agli hub vaccinali”, ha ribadito Cirio. “E’ stata riattivata una macchina mai stata spenta, ma che era stata ridimensionata. Continueremo a fare gli open day”, ha spiegato il governatore. Attualmente sono 3 milioni le persone che dovranno ricevere la terza dose di vaccino anti Covid: per 1,4 milioni i cinque mesi sono già trascorsi, ma dispongono di una finestra di 4 mesi per vaccinarsi.

“Inutile negarlo, per noi si è trattato di un grande sforzo: in 48 ore ci hanno chiesto di razionare l’acqua e poi hanno aperto improvvisamente i rubinetti. Noi ci siamo fatti trovare pronti, senza lasciare indietro nessun cittadino piemontese”, ha concluso Cirio.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium