/ Attualità

Attualità | 30 novembre 2021, 15:53

Alba, progetto pronto per il nuovo corso Europa

Ormai ultimato l’«esecutivo» relativo al primo lotto di intervento. Mercoledì passaggio in commissione, prima di illustrarlo al comitato di quartiere Piave

Si fa più vicino il cantiere per la revisione del primo tratto di corso Europa

Si fa più vicino il cantiere per la revisione del primo tratto di corso Europa

Un ultimo passaggio in 1ª commissione, dopodiché la Giunta del sindaco Carlo Bo procederà all’approvazione del progetto esecutivo relativo al primo lotto di riassetto di corso Europa, per procedere coi lavori nella primavera 2022.

Questo il crono-programma che l’assessore ai Lavori Pubblici Massimo Reggio ha in mente per dare corpo a uno dei propositi che maggiormente avevano caratterizzato il programma della coalizione di centrodestra durante la campagna elettorale del 2019: la revisione del corso col superamento dell’assetto che allo stesso venne data dall’Amministrazione Marello nel 2014, quando si passò alla corsia unica per senso di marcia per buona parte della tratta facendo al contempo spazio a una pista ciclabile che si attirò più di una critica per la sua problematica convivenza coi vicini parcheggi.

Per concretizzare tale proposito, nei primi mesi dal suo insediamento l’Amministrazione Bo commissionò una serie di rilievi effettuati anche mediante droni e un apposito studio sulla viabilità della trafficata arteria, prima di arrivare al progetto che, relativamente al primo lotto dell’opera, verrà ora illustrato nel corso della commissione consiliare in programma per domani, mercoledì 1° dicembre, alle ore 17.30.

"Il progetto è ormai praticamente pronto – conferma l’ingegner Reggio –, attendiamo il passaggio in commissione per dare il via libera al cosiddetto 'esecutivo’, dopodiché potremmo procedere con la messa in cantiere nel prossimo anno, unitamente a diverse altri importanti opere la cui progettazione è nelle fasi finali proprio in questi mesi".

Per comprensibili ragioni di correttezza istituzionale l’assessore non svela quali saranno le definitive specifiche del progetto, nell’attesa di comunicarle nel corso dell’incontro coi componenti della 1ª Commissione, limitandosi a sottolineare che lo stesso è stato condiviso con la locale sezione della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta (Fiab) per quanto riguarda il disegno della pista ciclabile e che verrà illustrato ai residenti durante un incontro pubblico col comitato di quartiere Piave già programmato per il 15 dicembre prossimo.  

Alcune indicazioni in proposito erano comunque arrivate nelle precedenti fasi progettuali, quando si era definito che il primo lotto di intervento (per un investimento di 350mila euro finanziati da oneri di urbanizzazione) riguarderà la zona che va dall’incrocio con via Einaudi (cavalcavia ferroviario) a quello con via Dario Scaglione, con la previsione di una nuova rotatoria compatta (dal diametro di 20 metri) presso l'intersezione con via Padre Girotti e la modifica della circolazione stradale con l’introduzione del divieto di svolta a sinistra da corso Europa verso via San Pio V. Nel contempo il Comune punta all’integrale riconfigurazione della piattaforma stradale sul lato nord (quello rivolto verso via Ognissanti, sulla direttrice centro-San Cassiano), con la conseguente rimodulazione della superficie pedonale e la realizzazione di nuova pista ciclabile monodirezionale, spostata rispetto ai parcheggi e quindi più sicura.

Il tratto più periferico del corso sarà invece oggetto di un secondo intervento, ancora da programmare.

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium