/ Attualità

Attualità | 30 novembre 2021, 10:36

Cuneo spingerà per il raddoppio della linea ferroviaria con Fossano

Approvato all'unanimità l'ordine del giorno firmato da Cuneo per i Beni Comuni: al completamento del progetto mancano ancora 76 milioni di euro

Foto generica

Foto generica

È ufficiale: dopo la votazione avvenuta nella prima serata del consiglio comunale – conclusasi con l’unanimità del consenso - la città di Cuneo si attiverà con Regione e parlamentari del territorio per richiedere il completamento della tratta ferroviaria Cuneo-Centallo-Fossano.

A riportare l’attenzione sulla tematica è stato un ordine del giorno del gruppo Cuneo per i Beni Comuni, che ha sottolineato come l’opera - formalmente considerata necessaria per il pieno sviluppo delle infrastrutture provinciali e per le relazioni su ferro tra Piemonte, Liguria e Francia – sia stata messa da parte e sembrerebbe non figurare nemmeno nella programmazione del Next Generation EU: “Un ordine del giorno simile è già stato approvato un anno fa, così come anche in altre amministrazioni coinvolte, ma crediamo sia giusto tornarci – ha sottolineato Ugo Sturlese nel suo intervento di presentazione dell’ordine del giorno - . Non si hanno più avute notizie rispetto al proseguimento dell’iter dei lavori e c’è bisogno di un nuovo impegno, di attivarsi di nuovo con la Regione e con i parlamentari del territorio”.

Dello stesso avviso anche Sara Tomatis, che ha espresso sin da subito il sostegno all’ordine del giorno: “Per l’amministrazione comunale l’intervento è davvero necessario per unire la città al capoluogo di Regione, all’alta velocità e ai territori confinanti; i fondi del PNRR sono un’occasione da non perdere, dobbiamo rinnovare il nostro sforzo e riportare l’attenzione sulla questione”.

Evidente che il traffico su gomma sia più sviluppato di quello su ferro ma facciamo l’esempio di una famiglia comune di quattro persone, per cui il costo effettivo di una gita in treno a Torino è di 56 euro – ha aggiunto Gianfranco Demichelis - . Io sarei il primo a favore della soluzione su ferro ma l’effettivo costo del biglietto diventa sfavorevole; servirebbe ragionare su degli incentivi”.

Il progetto di raddoppio della linea Cuneo-Centallo-Fossano risulta diviso in due lotti; per quello compreso tra Madonna dell’Olmo e Centallo esiste già un progetto definitivo, mentre per quello da Centallo a Fossano si è ancora in una fase di progettazione preliminare: per concludere l’intera opera mancherebbero ancora 76 milioni di euro.

Simone Giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium