/ Attualità

Attualità | 01 dicembre 2021, 10:12

Vaccinazioni e accesso diretto: nuove indicazioni dall’Asl Cn2

La modalità riservata a prime dosi, personale sanitario, socio-assistenziale, della scuola e forze dell’ordine. E dal 6 dicembre si faranno solo a Verduno

Il centro vaccinale dell'ospedale di Verduno

Il centro vaccinale dell'ospedale di Verduno

L’Asl Cn2 comunica che, a partire da oggi, mercoledì 1° dicembre, gli accessi diretti per la vaccinazione Covid-19, si svolgeranno come di seguito riportato.

Destinatari
A partire dall’1° dicembre le vaccinazioni Covid-19, in accesso diretto, saranno fruibili esclusivamente dalle seguenti categorie di cittadini:
 

  • 1) personale sanitario e socio-assistenziale;
  • 2) personale della scuola;
  • 3) forze dell’ordine;
  • 4) soggetti con "green pass" in scadenza a seguito della riduzione della validità da 12 a 9 mesi (solo se il "green pass" scade entro le 72 ore successive);
  • 5) persone mai vaccinate che effettuano la prima dose.

 
Si specifica che per le prime tre categorie citate (personale sanitario e socio-assistenziale, personale della scuola, forze dell’ordine) l’accesso diretto è previsto per qualsiasi tipo di dose (prima, seconda o terza).
 
Centri vaccinali per l’accesso diretto
Fino al 5 dicembre: nei centri vaccinali di Alba (Casa della Salute), Bra (Casa della Salute) e Verduno (Ospedale “Michele e Pietro Ferrero”), tutti i giorni, dalle ore 11.30 alle 12.30.
 
A partire dal 6 dicembre: esclusivamente presso il Presidio di Verduno, tutti i giorni, dalle ore 16 alle ore 19.30.
 
A completamento dell’efficacia della vaccinazione, vi sono alcuni accorgimenti che possono limitare la diffusione del contagio, come da vademecum emanato dal Ministero della Salute: il lavaggio frequente delle mani e l’utilizzo del gel igienizzante, il rispetto del distanziamento sociale, il ricambio di aria costante negli ambienti chiusi, la limitazione del numero di persone in ambienti piccoli e il corretto utilizzo della mascherina sia in ambienti chiusi che all’esterno (in caso di assembramento).

Sebbene i dati relativi ai casi di positività siano ridotti rispetto a quelli del 2020, sul territorio si riscontra un aumento di casi e ricoveri rispetto alle settimane passate. Il dato, unito alla situazione attuale (diminuzione uso delle mascherine, assembramenti, scarso utilizzo di gel), potrebbe portare a un peggioramento della situazione pandemica in corso.

Pertanto, si ribadisce che è indispensabile vaccinarsi e rispettare le regole dell’igiene e del distanziamento sociale per arrivare, nel corso del prossimo anno, a sconfiggere la pandemia.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium