/ Attualità

Attualità | 02 dicembre 2021, 20:00

A Diano d'Alba ha preso il via il progetto di prossimità per i più bisognosi

Le 35 sentinelle, coordinate da Alberto Adriano della Caritas, aiutano persone e famiglie per risolvere i problemi della quotidianità

Diano d'Alba, un paese dove si fa attenzione ai più bisognosi (Foto Comune di Diano d'Alba)

Diano d'Alba, un paese dove si fa attenzione ai più bisognosi (Foto Comune di Diano d'Alba)

Con la dedizione e la sensibilità verso il prossimo si possono ottenere risultati sociali importanti. Così sta succedendo a Diano d’Alba, grazie al lavoro costante e discreto delle sentinelle di comunità, gruppo nato per aiutare le persone e le famiglie in difficoltà del paese, in ogni aspetto del sociale.

I volontari sono seguiti da Alberto Adriano, coordinatore della Caritas vicariale e parrocchiale, che afferma: «Nell’ambito della Caritas diocesana è stato vinto un bando per un progetto di aiuto alle persone in difficoltà, trovatesi in isolamento a causa della pandemia. Un progetto di prossimità che vuole aiutare le persone per qualsiasi motivo: di salute, burocratico, economico, sociale. Chiunque avesse bisogno può rivolgersi al numero di cellulare 347/7272036, attivo 24 ore su 24.

Le 35 sentinelle sono i volontari che all’interno della comunità a livello parrocchiale e comunale che possono segnalare i casi nel Comune di Diano d’Alba e nelle frazioni di Ricca e Valle Talloria. Ad esempio per problemi di spesa alimentare abbiamo indirizzato alcune famiglie in difficoltà all’emporio della solidarietà Madre Teresa di Calcutta, con i volontari che hanno aiutato gli anziani nel raggiungere Alba per fare le commissioni».

E a livello sociale si lavora anche per rinsaldare i rapporti in tutte le età: «Nei giorni scorsi ha preso il via il laboratorio di percussioni create con materiale di riciclo, destinato ai bambini della scuola primaria che frequentano il catechismo, e coordinato da Mario Camurati (Ore 18-19 ogni venerdì)».

Dal Comune, che è vicino a queste realtà che aiutano i più bisognosi, fanno sapere che: «Diano è un paese dove in generale si sta bene ma, soprattutto a causa della pandemia, qualche criticità è presente. Con le iniziative dei volontari, insieme alla Caritas ed ai Servizi Sociali, si cerca di dare assistenza alle persone in difficoltà, per migliorare la loro situazione, venutasi a creare per un insieme di fattori che possono sfuggire al controllo.

Ad esempio abbiamo distribuito circa 30 mila euro di aiuti alimentari nell’ultimo anno e mezzo: questo la dice lunga sui problemi quotidiani che alcune famiglie o persone singole possono avere. Il Comune è attento e ringrazia chi si prodiga facendo azioni che risultano determinanti nel migliorare le condizioni di queste persone».

 

Livio Oggero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium