/ Sport

Sport | 02 dicembre 2021, 14:04

Unire le forze nel volley? Mondovì risponde picche. Fissolo: "Nessuna necessità da parte nostra" (VIDEO)

La presidente della LPM BAM non ha dubbi: "Cerchiamo la serie A1 per restarci. Con Cuneo due storie completamente diverse"

Alessandra Fissolo, presidente LPM BAM Mondovì: "Siamo una realtà solida"

Alessandra Fissolo, presidente LPM BAM Mondovì: "Siamo una realtà solida"

Mai come quest'anno la LPM Bam Mondovì ha le idee chiare: lottare fino all'ultima palla con un unico obiettivo, salire in serie A1. "È così - dice senza esitazioni la presidente, Alessandra Fissolo - Abbiamo sempre fatto i passi che riusciamo a sostenere, uno per volta, ed oggi siamo strutturati per tentare di ottenere la promozione. Non è detto che arrivi subito, ma ci proviamo. Se non sarà quest'anno, ritenteremo il prossimo e magari il successivo ancora". 

Fissolo conosce perfettamente quali sono le incombenze che eventualmente la sua società dovrà affrontare in caso di promozione nella massima serie. Innanzitutto il palasport, visto che il PalaManera, impianto di proprietà della Provincia attualmente gestito dalla LPM Bam, così com'è non otterrebbe l'omologazione per la serie A1. "Certi requisiti, come per esempio l'altezza li ha. Mancano circa 550 posti a sedere: Provincia e Comune ne sono al corrente e sembra si stiano muovendo in questa direzione per colmare alla mancanza".

Partendo da questi presupposti, pare dunque che la proposta di matrimonio sotto un unico tetto tra le realtà vollistiche della Granda, lanciato da Cuneo Granda Volley qualche settimana fa, non s'abbia proprio da fare. Né oggi, né mai. 

Nel merito, la posizione della presidente di LPM Bam Mondovì appare netta: "Intanto nessuno mi ha contattata, quindi non conosco le loro idee. Collaborazione? Parliamone, ma credo sia difficile. Io penso che se ognuno vuol mantenere la serie A deve inevitabilmente farlo in propria autonomia. Ognuno ha la propria storia e la nostra è profondamente diversa da quella di Cuneo: unire queste cose la vedo difficile. Però magari qualcuno ha idee differenti, è bene ascoltare tutti".

Intanto sul territorio la società monregalese ha avviato ottime forme di collaborazione: ""Per esempio con Vicoforte Volley Ceva, e funziona - precisa Fissolo -. Abbiamo il settore giovanile in comune, alcune loro squadre giocano da noi, mentre altre nostre da loro. Abbiamo unito le forze di atleti e tecnici: questo è possibile farlo anche con altre realtà, ma se si parla di settore giovanile. Sulla serie A è difficile".

La presidente chiude insistendo sul tasto identitario: "Se si decide di giocare in un palazzetto piuttosto che in un altro, chi se ne va della propria casa perde un po' d'identità. Noi oggi siamo una realtà solida, organizzata, non abbiamo motivi e necessità di legarci a nessun altro".

Cesare Mandrile

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium