/ Eventi

Eventi | 06 dicembre 2021, 18:21

A Bra prorogata la mostra che racconta i segreti di una mummia egizia di 4500 anni

L’esposizione allestita in Palazzo Mathis a Bra resterà aperta fino a domenica 9 gennaio 2022

A Bra prorogata la mostra che racconta i segreti di una mummia egizia di 4500 anni

La Fondazione CRC ha prorogato fino a domenica 9 gennaio 2022 l’apertura della mostra “L’uomo svelato. Studi e restauro di una mummia egizia di 4500 anni”, allestita a Bra presso Palazzo Mathis (Piazza Caduti per la Libertà, 20), che vede esposta per la prima volta dopo un delicato intervento di recupero una mummia egizia datata all’Antico Regno (IV Dinastia, 2600-2400 a.C.)  proveniente dalle collezioni del Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università di Torino (MAET).

L’esposizione, inizialmente in calendario fino a domenica 12 dicembre, rimarrà visitabile con gli orari già previsti, dal giovedì al lunedì dalle ore 9 alle 12,30 e dalle 15 alle 18. In alcune giornate del periodo natalizio la mostra avrà orari di visita ridotti: venerdì 24 e 31 dicembre sarà aperta solo al mattino dalle ore 9 alle 12,30; sabato 25, domenica 26 dicembre, sabato 1° gennaio e domenica 2 gennaio rimarrà chiusa al pubblico. Per maggiori informazioni telefonare allo 0171/452711 o scrivere a info@fondazionecrc.it.

La mostra è curata dal Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” (CCR) con la collaborazione dell’Università degli Studi di Torino, il suo Sistema Museale di Ateneo e il Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi, la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Torino e il Centro Medico J Medical; realizzata con il supporto della Città di Bra, ha il sostegno di Generali Cuneo, Merlo Spa e Giuggia Costruzioni e il patrocinio della Provincia di Cuneo e della Regione Piemonte.

Il percorso espositivo è suddiviso in quattro sale. Nella prima trovano spazio il video di presentazione della mostra e del progetto, l’introduzione al progetto espositivo con la storia e la contestualizzazione del reperto. La seconda sala è dedicata agli approfondimenti diagnostici e alle tecniche utilizzate a supporto della conoscenza della mummia, in particolare alla spiegazione degli esiti delle analisi tomografiche, effettuate dal Centro Medico J Medical di Torino, che hanno consentito lo studio antropologico; è inoltre presente la riproduzione 3D del cranio della mummia, realizzata a partire dalle analisi e dai dati elaborati. La terza sala presenta il complesso restauro dell’apparato tessile della mummia dal Centro di Venaria nel racconto per immagini dell’intervento e le fasi metodologiche nel rispetto etico e nell’approccio al reperto umano. La quarta sala, infine, è riservata all’incontro diretto ed emozionale del visitatore con la mummia esposta in una semplice teca di vetro, così da poter essere apprezzata da ogni punto di vista.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium