ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Il Punto di Beppe Gandolfo

In Breve

lunedì 16 maggio
lunedì 09 maggio
lunedì 02 maggio
lunedì 25 aprile
lunedì 18 aprile
lunedì 11 aprile
lunedì 04 aprile
lunedì 28 marzo
lunedì 21 marzo
lunedì 14 marzo

Il Punto di Beppe Gandolfo | 13 dicembre 2021, 07:00

Un braccio di silicone, Davide e la tivù

"Non mi permetto di giudicare il lavoro dei colleghi, non mi interessano i dati di ascolto. Intervengo come cittadino e come padre"

Un braccio di silicone, Davide e la tivù

“Comportati bene, fai il tuo dovere...e vedrai che non ti accadrà niente di brutto”.

Quante volte mi è tornata in mente, negli ultimi giorni, questa frase che ripeteva sempre il mio papà.

E che io ripeto ancora oggi, fiducioso, a mio figlio.

Un pugno nello stomaco di fronte alla notizia dell’uccisione di Davide Giri, l’ingegnere con lode, menzione e dottorato, di Alba ammazzato in modo assurdo a New York, mentre rientrava a casa da una partita di calcetto.

L’assassino, un ragazzo, permettetemi il termine, un balordo arrestato 12 volte negli ultimi anni, ha confessato d’aver ucciso come prova di coraggio per essere ammesso in una street gang.

Cosa aveva fatto di male Davide? Perché il destino lo ha atteso in quel viale di New York?

Non so trovare risposte.

Più o meno negli stessi giorni un medico odontoiatra si è presentato ad un centro vaccini nel Biellese con due protesi di silicone sulle braccia con l’intento provocatorio, a suo dire, di aggirare la campagna anti-Covid, di denigrare il battage informativo che si è creato attorno alle vaccinazioni.

Ebbene, del dentista con le protesi al silicone, se n’è parlato in tivù per giorni e giorni, i cronisti si sono messi sulle sue tracce, è stato ospite (forse anche pagato) di talk show.

La tragedia di Davide Giri è stata liquidata con un servizio, il giorno della morte, e poi via, nel dimenticatoio.

Non mi permetto di giudicare il lavoro dei colleghi, non mi interessano i dati di ascolto. Intervengo come cittadino e come padre.

Povero è quel paese dove un imbecille fa più notizia di un bravo ragazzo che ha sempre fatto il proprio dovere, e anche più, ed è stato ucciso.

Senza motivo.

Mentre stava costruendo il suo futuro, probabilmente fulgido, frutto di impegno e sacrifici, suoi e della famiglia.

Beppe Gandolfo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium