ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Cronaca

Cronaca | 15 dicembre 2021, 07:01

Caporalato a Caraglio, fissato l'interrogatorio dei due indagati attualmente in carcere

I difensori: “I nostri assistiti chiariranno ogni contestazione in interrogatorio. Si spiegherà anche il contenuto delle intercettazioni pubblicate a stralci dai media e in modo decontestualizzato"

Caporalato a Caraglio, fissato l'interrogatorio dei due indagati attualmente in carcere

Nella prima mattinata del 7 dicembre scorso la Squadra Mobile della Questura di Cuneo aveva eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante figure inserite a vario titolo nell’organigramma aziendale della Europoll di Caraglio, storica azienda avicola con sede in via Divisione Cuneense 6. 

A disporle era stato il Giudice per le Indagini Preliminari su richiesta della Procura di Cuneo, nell’ambito di indagini relative alle fattispecie di un’ipotesi di reato che punisce lo sfruttamento della manodopera, il cosiddetto caporalato.

A seguito dell'interrogatorio di garanzia, il Gip aveva revocato per uno degli indagati gli arresti domiciliari, sostituendoli con l'obbligo di dimora a Savigliano. A essere confermate le custodie cautelari in carcere a carico di altri due uomini, contro le tre inizialmente eseguite.

Per questi ultimi due (l’amministratore e un responsabile della Europoll) i loro avvocati Marco Ivaldi e Tommaso Servetto hanno proposto l’impugnazione della misura davanti al Tribunale del Riesame di Torino. Si attende la fissazione dell’udienza.

Le ipotesi di accusa che vedono coinvolti gli indagati sono state respinte dai difensori: “Fra qualche giorno i nostri assistiti renderanno interrogatorio, chiarendo punto per punto ogni contestazione. Si spiegherà anche il contenuto delle comunicazioni intercettate che, riportate dai media a stralci ed in modo decontestualizzato, restituiscono un quadro profondamente diverso dal reale. Consegneremo all’autorità giudiziaria tutto il materiale difensivo che stiamo raccogliendo, gli assistiti e l’azienda hanno bisogno di risposte celeri: il periodo è infatti quello di maggiore richiesta dell’anno. Siamo fiduciosi di riuscire a dimostrare l'estraneità dalle accuse".

CharB.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium