ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Attualità

Attualità | 17 gennaio 2022, 15:03

In provincia di Cuneo restano otto comuni senza Covid, ma l'incidenza è stabile

Migliora il tasso di positività nonostante il numero di tamponi record effettuati. Dopo settimane tornano a calare, di poco, i ricoveri in terapia intensiva, ma mancano una ventina di ospedalizzazioni per superare i parametri che portano in zona arancione (salvo variazione dei posti letto)

In provincia di Cuneo restano otto comuni senza Covid, ma l'incidenza è stabile

Continua ad aumentare il contagio in provincia di Cuneo, ma la situazione generale sembra stabilizzarsi.

Seppure il numero di contagi abbia raggiunto proporzioni mai viste, sul fronte dei ricoveri e decessi non c'è paragone rispetto ai dati peggiori della seconda ondata, tra l'ottobre e il novembre del 2020.

Nonostante il tasso di positività sia in linea con il dato più alto di quel periodo (il più duro per la nostra provincia) il confronto su decessi e ricoveri vede comunque una situazione di netto miglioramento.

Il 23 novembre si contavano 5.511 ricoveri di cui 5.112 ricoveri ordinari e 399 in terapia intensiva. Oggi contiamo 3.350 ricoveri in meno rispetto all’anno scorso.

In quella settimana (16-23 novembre 2020) furono 529 i decessi in Piemonte, di cui 65 in provincia di Cuneo. Negli ultimi sette giorni contiamo 126 decessi in Piemonte di cui 11 in provincia di Cuneo. 

Con un tasso di positività simile rispetto alla settimana 16-23 novembre abbiamo avuto 392 morti in Piemonte e 54 decessi in meno in una settimana in provincia.

QUASI 14 MILA POSITIVI IN SETTE GIORNI IN PROVINCIA DI CUNEO


I positivi in provincia di Cuneo nella settimana 9-16 gennaio da bollettino della Regione Piemonte sono stati 13.727 (erano 12.187 la settimana prima, +1.540).

Domenica 9 gennaio da inizio emergenza si segnalavano 84.740. A Ieri, domenica 16 gennaio, sono 98.467. 

SCENDE AL 15% IL TASSO DI POSITIVITA'


A livello regionale nella settimana 9-16 gennaio sono stati diagnosticati 634.622 tamponi (nella settimana prima dell'obbligo di green pass sul lavoro erano 171.654).

Nella stessa settimana presa in esame i positivi in Piemonte sono stati 96.882 (+9.277 rispetto alla scorsa settimana).

Il tasso di positività settimanale è del 15,27% con un decremento rispetto alla scorsa settimana di un -3,33% (la scorsa l'incremento era di +6,88%).

 

L'INCIDENZA SETTIMANALE IN GRANDA E' STABILE

La provincia di Cuneo ha un'incidenza di 2.357 contagi in sette giorni ogni 100 mila abitanti, calcolata su una popolazione di 582.353 cittadini. La scorsa settimana era di 2.294.

La variazione dei nuovi casi in sette giorni è del 7,7%. La scorsa settimana era del 65%, quella ancora precedente 180,6%. La provincia di Cuneo è la quinta per variazione in Piemonte. Variazioni ancora più significative si sono registrate in Vco, Alessandria e Asti.

Cuneo è la quarta per incidenza solo dietro a Biella, Vco e Torino.

INCIDENZA AUMENTATA DI 8 VOLTE IN UN MESE

In un mese l'incidenza in provincia di Cuneo è aumentata di più di otto volte: il 17 dicembre si registrava un tasso 281 casi ogni 100mila abitanti in sette giorni. Il 17 gennaio è salita a 2.357. A livello nazionale è la 31^ provincia italiana come incidenza. La scorsa settimana era 32^.

IL PIEMONTE (SALVO AUMENTO POSTI LETTO) VERSO L'ARANCIONE


L’Rt puntuale calcolato sulla data di inizio sintomi passa da 1.44 a 1.88. L’incidenza regionale è di 2.267 casi ogni 100 mila abitanti con una variazione in 7 giorni del 5,1% (la scorsa settimana era del 148,2%).

I dati aggiornati a domenica 16 gennaio vedono un occupazione di 2.016 posti su 6.794 attivi in Piemonte (29,7%). Mentre sono 143 su 628 (22,80%) in terapia intensiva. Siamo alla soglia della zona arancione.In una settimana in Piemonte incrementano solo gli ordinari (+292), mentre dopo oltre un mese tornano a diminuire i ricoveri in terapia intensiva (-2).

Rispetto alla scorsa settimana il totale dei ricoveri in sette giorni è aumentato di 290 unità.

Ricordiamo che per il cambio colore ci si basa su tre indicatori.

Con valori pari o superiori a 50 contagi ogni 100mila abitanti, 15% dei ricoveri ordinari (stando ai nuovi posti letto in Piemonte 1.018 ricoveri) e il 10% dei ricoveri in terapia intensiva (In Piemonte 63 ricoveri) si passa in zona gialla.

Con valori pari o superiori ai 150 contagi ogni 100mila abitanti, 30% dei ricoveri ordinari (stando ai nuovi posti letto in Piemonte 2.036) e il 20% dei ricoveri in terapia intensiva (In Piemonte 126) si passa in arancione.

Con valori pari o superiori ai 150 contagi ogni 100mila abitanti, 40% dei ricoveri ordinari (2.717 in Piemonte) e il 30% dei ricoveri in terapia intensiva (189) si passa in rosso.

INCREMENTO DI CASI NEI MAGGIORI CENTRI, MA MENO SIGNIFICATIVO

Continua l’incremento nei maggiori centri della provincia di Cuneo.

Il capoluogo supera, quota 2.000 . Sopra i mille a Fossano e ad Alba. Sopra i 600 a Bra, Mondovì, Savigliano e Saluzzo.

Tra le sette sorelle il comune con il più alto numeri di contagi è Cuneo (2.233 la scorsa erano 1.999), seguito da Alba (1.242 la scorsa 1.000), Fossano (1.144 la scorsa 1.006), Bra (983 la scorsa 822), Mondovì (872 la scorsa 776), Savigliano (714 la scorsa 680) e Saluzzo (698 la scorsa 625).

Tutti incrementati i casi nei maggiori centri della provincia anche se con numeri decisamente inferiori rispetto a sette giorni fa: Alba (+242), Cuneo (+234), Bra (+161), Fossano (+138),  Mondovì (+96), Saluzzo (+73) e Savigliano (+34).

Sopra i 300 a Borgo San Dalmazzo (527), Cherasco (442), Boves (402), Busca (358), Racconigi (341), Caraglio (339), Sommariva Del Bosco (305).

8 CENTRI COVID FREE IN PROVINCIA DI CUNEO

Questa settimana i centri senza contagio sono 8. La scorsa erano 11. A bollettino di ieri nei perimetri di 239 comuni della Granda si è registrato almeno un positivo al Covid-19. Sono il 96,76% dei centri della nostra provincia.

Indichiamo di seguito gli otto centri dove a bollettino di ieri non si è registrato nessun contagio. Tutti gli altri centri non presenti in questa lista hanno almeno un cittadino positivo.

  1. Briga Alta
  2. Alto
  3. Torresina
  4. Bergolo
  5. Isasca
  6. Rittana
  7. Canosio
  8. Crissolo

SOGLIA DI GUARDIA SUPERATA NEL 90% DEI CENTRI

219 centri della provincia superano la soglia di guardia
del contagio calcolato su 18 cittadini positivi ogni 1.000 abitanti. Erano 202 la scorsa settimana, 104 quella ancora prima e 'solo' 21 meno di un mese fa.

E' al momento il dato più alto da inizio emergenza. Più di un anno fa (al 23 novembre) si registravano quasi 60 centri nella nostra provincia ad aver superato questa soglia. Il record della scorsa settimana è stato superato con un aumento sostanziale. Al momento l'88,66% dei comuni ha superato questa soglia, dato visibile già dall'impatto visivo della mappa per cui si vede una colorazione marrone scuro praticamente uniforme. Oltre a 8 centri senza contagio, ne restano solo 20 a non aver superato questa soglia. Sono i comuni di Albaretto Della Torre, Camerana, Castelenuovo Di Ceva, Castelmagno, Entracque, Gambasca, Gottasecca, Lisio, Macra, Marmora, Mombarcaro, Monesiglio, Montenzemolo, Oncino, Ormea, Paroldo, Prunetto, Saliceto, Sambuco e Viola.
Tutti gli altri centri non presenti in questa lista hanno superato la soglia di guardia.

Il comune con il più alto tasso di contagio è Caprauna che con 9 contagi con meno di 100 abitanti ha un tasso di 92,78.

Daniele Caponnetto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium