/ Attualità

Attualità | 18 gennaio 2022, 07:45

Per la Nutkao un 2022 importante tra le sfide della crescita e uno speciale anniversario

Festeggia i quarant’anni di attività l’azienda fondata da Giuseppe Braida in frazione Canove di Govone. Un gruppo che, dopo le recenti acquisizioni, conta controllate in Sicilia, Belgio, Stati Uniti e Ghana

Da sinistra l'AD Federico Fulgoni e il presidente e fondatore Giuseppe Braida

Da sinistra l'AD Federico Fulgoni e il presidente e fondatore Giuseppe Braida

Nutkao Italia con sede a Canove di Govone, Nutkao USA (Battleboro), Nutkao Afrotropic (Accra-Ghana), Boerinneke (Belgio), Pistì-Bronte Madero e Vincente in Sicilia.

Queste sono le aziende che fanno parte del Gruppo Nutkao.

E tutto è partito nel 1982, esattamente 40 anni fa, dall’head quartier di Canove di Govone, per poi crescere negli anni grazie alla passione e alla tenacia del fondatore Giuseppe Braida che, nel 2018, ha ceduto l’80% delle azioni aziendali all’importante holding di investimenti “White bridge”, che ha offerto nuovi capitali per la crescita dell’azienda dolciaria. Un’operazione che, a tre anni di distanza, ha premiato: il gruppo è cresciuto ed ha conquistato nuove fette di mercato in ben 80 Paesi del mondo dove più di 400 clienti tra retail e industrie dolciarie ne riconoscono la qualità dei prodotti, che nascono dalla ricerca della materia prima di eccellenza.

2018-2021: anni che Giuseppe Braida, ora presidente e ancora attivo con una parte di azioni in Nutkao, considera positivi, senza dimenticare la pandemia.

2018-2021: qual è il suo giudizio a pochi anni dall’operazione, e come vede il 2022?

"Dopo la cessione dell’80% dell’azienda alla White Bridge, operazione fatta nel segno della crescita, abbiamo affrontato un periodo positivo, in cui, come si sa dal 2020, stiamo vivendo alle condizioni imposte dalla pandemia per Covid19.

Se ci soffermiamo sugli anni 2020 e 2021 devo dire che a patire è stato il segmento del retail, senza dimenticare un rallentamento anche per i prodotti a servizio delle industrie dolciarie.

La reputazione dell’azienda Nutkao, sinonimo di qualità, ha permesso di continuare il lavoro con importanti clienti italiani ed internazionali".

Come risponde il mercato ai vostri prodotti?

"A livello retail, come ho detto prima, ci sono stati alti e bassi, ma la costanza del rapporto lavorativo con i nostri clienti non è mai mancato. Il settore industriale, per via delle chiusure è andata un po’ più a rilento ma anche qui il rapporto non si mai spezzato.

I nostri prodotti spalmabili a base di nocciola e cacao sono molto apprezzati nei grandi gruppi industriali, senza dimenticare quelli a base di cioccolato, ottenuto dalla lavorazione delle fave di cacao provenienti dal nostro stabilimento in Ghana.

Piacciono molto anche i prodotti a base di cioccolato sfuso per uova pasquali, praline, tavolette, e semilavorati per pasticcerie. Diciamo che sul mercato siamo attenti alle richieste ed ai gusti dei clienti, in base alle nazioni in cui operiamo".

La Nutkao quanto è attenta all’ambiente?

"Cerchiamo di essere attenti all’ambiente ed alla qualità da sempre. Le diverse certificazioni lo testimoniano.

Nel packaging puntiamo molto sulle confezioni in vetro, e vedo che anche negli Stati Uniti e in Europa la sensibilità green è aumentata nel proporre i prodotti in confezioni che rispettano l’ambiente.

Nello stabilimento di Canove di Govone creiamo energia elettrica con un nostro generatore a base di gas, ed utilizziamo anche gli impianti a pannelli solari".

Una definizione per il Gruppo Nutkao?

"Un gruppo di aziende che puntano alla qualità, partendo da materie prime importanti per rendere il consumo dei nostri prodotti un’esperienza unica.

Ogni azienda presente non è stata scelta a caso, ma in base ad una vision strategica di sviluppo in territori dove i vari prodotti possono essere o lavorati o collocati sul mercato con successo.

Cerchiamo di soddisfare i diversi palati: ad esempio l’azienda che abbiamo acquisito in Belgio produce creme che sposano il gusto nordico, abituato ad un sapore dove la componente grassa è maggiore rispetto ai prodotti che vendiamo in Italia.

Negli Stati Uniti siamo l’unico stabilimento che produce creme spalmabili per conto terzi, in Sicilia l’acquisizione dei tre marchi Pistì-Bronte Madero-Vincente ci permette di proporre un pistacchio di qualità in diverse varianti e in diversi segmenti di mercato.

E lo stabilimento in Ghana è una scelta mirata per ottenere le fave del miglior cacao africano".

Un mercato che ha condizionato i fatturati negli ultimi due anni, ma che ora si sta riprendendo: abbiamo fatto il punto con Federico Fulgoni, amministratore delegato della Nutkao da novembre 2019.

Il gruppo Nutkao come stabilimenti è presente in Europa, Africa e Stati Uniti, a conferma della vostra internazionalità. Come vi state muovendo sul mercato e quali sono le prospettive per il 2022?

"Il gruppo Nutkao è presente in diversi mercati. La politica del gruppo è quella di crescere all’estero, anche perché in Italia siamo già molto conosciuti.

Il focus è incentrato sulle Nazioni dell’Europa Centrale e negli Stati Uniti, zone in cui stiamo crescendo bene. A livello generale stiamo andando bene, anche grazie alla ripartenza di un mercato che negli ultimi due anni, a causa della pandemia, ha subìto una contrazione importante con conseguenze sui fatturati ma la storicità dell’azienda ha permesso di portare avanti i rapporti con i clienti.

Il nostro core business rimane sempre la lavorazione per conto terzi che va dal retail per GDO, alla produzione per i brand, ad esempio la crema pan di stelle lo facciamo noi, al mondo ho.re.ca. (bar, ristoranti, pasticcerie, gelaterie), ed al canale industriale.

Ora la prospettiva reale è quella di arrivare ai 300 milioni di Euro di fatturato complessivo per il nostro gruppo, sempre che il mercato non ci riservi sgradite e impreviste sorprese.

Nel complesso l’azienda sta andando bene in tutte gli stabilimenti. Purtroppo gli aumenti del 20% sulle materie prime e su quelle energetiche pesano ma sono sicuro che la qualità ripaghi sempre".

Livio Oggero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium