/ Attualità

Attualità | 18 gennaio 2022, 10:19

Sopralluogo degli assessori regionali Carosso e Icardi all'ex caserma Pisacane di Prazzo

All'incontro hanno partecipato tutti i sindaci della Val Maira. L'obiettivo del sindaco Lice è quello di potenziare l'area con servizi alla persona, culturali e sanitarie al fine di migliorare la vita ai residenti ma anche di attirare nuovi insediamenti sia abitativi che produttivi

Il sopralluogo nell'area ex caserma di Prazzo. Il sindaco Lice tra Icardi e Carosso

Il sopralluogo nell'area ex caserma di Prazzo. Il sindaco Lice tra Icardi e Carosso

 

Un incontro importante e fortemente voluto dalla nuova amministrazione di Prazzo è avvenuto sabato 15 gennaio con i vertici della Regione. C'erano il Vice-Presidente nonché assessore alla Montagna Fabio Carosso e Luigi Icardi, assessore alla Sanità.

Il focus della riunione è stato il complesso delle ex caserma Pisacane di Prazzo Inferiore.
Dopo un attento sopralluogo, la delegazione si è riunita presso la sala consigliare del comune di Prazzo, sono state esaminate e discusse idee e progetti dell’amministrazione che potrebbero concretizzarsi proprio nell’ex area militare.
L’invito a partecipare, che è stato esteso ai sindaci della valle e non solo, ha visto protagonisti oltre al sindaco di Prazzo come promotore, anche i sindaci di Acceglio, Stroppo, Elva, Macra, San Damiano, Roccabruna, Dronero e di Caraglio.
Gli Assessori Regionali hanno confermato l’interesse e l’appoggio della Regione a supportare le aree di montagna per potenziare lo sviluppo e i servizi sul bando aree interne ma anche sviluppare e concretizzare nuovi progetti nell’area PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza).
Un’impresa sicuramente difficile e impegnativa per la creazione e l’adeguamento di strutture per servizi alla persona, culturali e sanitarie al fine di migliorare la vita ai residenti ma anche di attirare nuovi insediamenti sia abitativi che produttivi.
Energie sostenibili, teleriscaldamento, cultura, turismo e sanità sono “semi” da mettere a dimora per trasformare un ex complesso militare in un “fiore” all’occhiello di tutta la valle Maira.
Seguiranno a breve altri tavoli tecnici e si inizieranno i lavori di “studio di fattibilità” e progettazione.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium