ELEZIONI COMUNE DI MONDOVÌ
 / Attualità

Attualità | 18 gennaio 2022, 15:26

Affrontare l’emergenza sui banchi di scuola: la sfida dell’Open Day del soccorso

L’evento finale 2022 sarà a Fossano. Al Banco Azzoaglio di Ceva si è svolta la presentazione del progetto “A scuola di primo soccorso”: "Tante Associazioni di volontariato che si mettono insieme. Un servizio” per la comunità"

Affrontare l’emergenza sui banchi di scuola: la sfida dell’Open Day del soccorso

 

Potenziare la trasmissione della catena de soccorso, con la sensibilizzazione dei giovani e un percorso a loro dedicato a 360°, che permetta di apprendere come affrontare e gestire le situazioni di emergenza dal punto di vista pratico ma anche psicologico. Questo l’obiettivo del progetto “a scuola di primo soccorso” e dell’Open Day del soccorso 2022, presentati in conferenza stampa online venerdì scorso nella sede di Banco Azzoaglio a Ceva.

L’iniziativa “A scuola di primo soccorso” si propone come un “servizio” per la comunità e coinvolgerà, come da cinque anni a questa parte, tutte le classi delle scuole secondarie di primo grado, con incontri interattivi teorico-pratici della durata di circa 90 minuti. Le lezioni saranno integrate dalla visione di diversi contenuti audiovisivi interattivi (disponibili poi anche online sui canali social, a disposizione di tutta la popolazione) e dalla simulazione pratica degli studenti, con l’ausilio di un manichino appositamente ideato per ragazzi in età scolare.

"Seguo questo progetto da quando è nato, fin dalla prima edizione – ha commentato il Dott. Davide Gasparino, referente medico e tra i fondatori dell’iniziativa – e con orgoglio posso dire che “A scuola di primo soccorso”, negli anni, non solo è cresciuto, ma ha saputo coinvolgere attivamente tantissimi bambini e ragazzi (circa 5 mila ogni anno, ndr) e le loro famiglie. Tutto questo è stato reso possibile da tutti i volontari, i partner e gli sponsor che ci affiancano e che ci hanno sostenuti anche in passato e che ringrazio a nome di tutti".

L’Open day del Soccorso si riconferma ancora una volta un’esperienza di diversi corpi: di chi si sveste della divisa della propria singola Associazione di volontariato e si mette insieme "superando i campanilismi". Lo hanno rimarcato Simone Azzoaglio, presidente di Banco Azzoaglio e attivo da tempo nella Croce Bianca di Ceva e la dottoressa Simona Enrica Garrone, coordinatrice gestionale della Struttura complessa 118 dell’Asl Cn1. In apertura dei lavori di presentazione è intervenuto anche il direttore della filiale di Ceva Mario Barra assieme proprio al presidente della Croce Bianca di Ceva Filippo Dapino entrambi nelle vesti di “padroni di casa”.

Il comitato organizzativo racchiude le tre anime dell’Anpas (è intervenuto il presidente della Croce verde di Saluzzo Michele Isoardi), la Confraternita delle Misericordie d’Italia di Cuneo (referente Francesco Improta) e la Croce Rossa Italiana (per la quale è intervenuto il vicepresidente regionale Luciano Mina).

Per l’edizione 2022 del progetto anche una bella novità: una parte dedicata alla gestione delle emozioni, curata dalle psicologhe afferenti al Rotary Club Canale Roero, rappresentato in collegamento dall’associato Fabrizio Costa e dalla dott.ssa Sara Costa. La gestione di ansia e paura sono aspetti che giocano un ruolo fondamentale in caso di emergenza e saperle affrontare nel modo coretto può davvero fare la differenza.

Sensibilizzare i più giovani, come illustrato nel video, realizzato sotto la regia di Filippo Gatti, nei prossimi giorni disponibile sulla pagina Facebook dell’Open Day del Soccorso, può davvero fare la differenza per la comunità. Come ricordato dal dott. Walter Occelli, direttore del Centro Unico di Risposta di Saluzzo e del Numero Unico Emergenza 112, infatti, è fondamentale saper indirizzare i soccorritori dando informazioni precise e puntali, permettendo di smistare correttamente la chiamata e organizzare al meglio l’intervento. In rappresentanza del 118, per la parte operativa, è intervenuta la dott.ssa Valeria Marone, a nome anche del dottor Alberto Pautassi (referenti medico e infermieristico 118 Cuneo).

Il progetto, come spiegato da Luca Origlia, Presidente della Croce Bianca di Fossano, si concluderà, covid permettendo, con un evento aperto a tutti, in programma sabato 4 giugno, in piazza Castello, cuore pulsante città degli Acaja. Per tutte le informazioni e restare sempre aggiornati seguite i canali social del progetto “a scuola di primo soccorso” e dell’Open Day del Soccorso o inviate una mail a: segreteria.opendaysoccorso@gmail.com.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Leggi le notizie della Val Bormida

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium