/ Attualità

Attualità | 19 gennaio 2022, 10:09

Rifreddo, in Consiglio via alla variante urbanistica per il nuovo polo scolastico

Approvati anche il bilancio e il sostegno alla rifunzionalizzazione reparto dialisi dell’Ospedale di Saluzzo

Rifreddo, in Consiglio via alla variante urbanistica per il nuovo polo scolastico

 

E’ tornato a riunirsi il Consiglio comunale rifreddese. Una seduta che si è svolta presso il Laboratorio del paesaggio montano e che ha visto i consiglieri occuparsi di numerose questioni.

L’assemblea è, infatti, partita con l’approvazione dei verbali della seduta precedente per poi passare ad occuparsi del nuovo polo scolastico e del bilancio.

Sul primo versante si è dapprima provveduto alla delibera di acquisizione dell’ex area del caseificio Oreglia e poi all’inizio dell’iter per la variazione urbanistica dello stesso. “Abbiamo messo a disposizione - ha commentato il sindaco - 350 mila euro per l’acquisto e approvato in prima lettura la variante urbanistica per trasformare la destinazione d’uso dell’area in oggetto a servizi pubblici in modo poter presentare il progetto per il nuovo polo scolastico”.

Sul bilancio 2022 si è invece convenuto si seguire la linea dello scorso anno. Infatti vengono confermate tutte le imposte al livello pregresso ed anche i costi dei servizi non subiranno aumenti.

Chiusa la sessione di bilancio il Consiglio ha unanimemente deciso di mettere a disposizione 1.000 euro per la rifunzionalizzazione del reparto dialisi dell’Ospedale di Saluzzo in modo da potenziarne la fruibilità e la qualità del servizio.

“Come molti altri comuni della zona - spiegato Cesare Cavallo - abbiamo voluto dare il nostro contributo a questa interessante compartecipazione tra enti locali e Regione Piemonte. Speriamo adesso che il progetto parta al più presto e che si possa così avere più posti dialisi a disposizione”.

In coda al consiglio si è anche provveduto ad approvare il Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni urbani. Un regolamento che va nella direzione del sempre maggiore coinvolgimento dei cittadini nella gestione comunale. Un tema su cui il piccolo comune della Valle Po è da sempre all’avanguardia.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium