/ Economia

Economia | 20 gennaio 2022, 07:00

Milan-Spezia: danneggiati gli scommettitori, chiesta ripetizione

L'errore tecnico dell'arbitro Serra nel corso del match Milan-Spezia, conclusosi con la sconfitta dei padroni di casa, continua a far discutere e ad accendere gli animi tra i tifosi ma non solo.

Milan-Spezia: danneggiati gli scommettitori, chiesta ripetizione

L'errore tecnico dell'arbitro Serra nel corso del match Milan-Spezia, conclusosi con la sconfitta dei padroni di casa, continua a far discutere e ad accendere gli animi tra i tifosi ma non solo. Anche gli scommettitori che non sono riusciti a chiudere in maniera vincente le proprie martingale a causa della sconfitta interna del Diavolo, sono scesi sul piede di guerra, pronti a far valere le proprie ragioni e intenzionati a chiedere risarcimenti qualora la gara non venisse ripetuta. Proprio la ripetizione della gara è stata una delle richieste giunte perfino dal Codacons, notissimo sindacato dei consumatori, che ha già preannunciato una diffida alla FIGC affinchè vengano anche tutelati gli scommettitori che hanno visto pregiudicata la propria vincita dalla scellerata conduzione arbitrale di Serra. Il presidente del Codacons, Marco Donzelli, non ha nascosto il proprio sbigottimento per la decisione della Figc di convalidare il risultato del match.

Codacons: "Si tratta senza dubbio alcuno, di un errore tecnico clamoroso”

"Si tratta senza dubbio alcuno, di un errore tecnico clamoroso” ha sentenziato il numero uno del Codacons nel corso di una intervista. Un errore che lo stesso Donzelli ha ritenuto essere stato evidenziato anche dalla reazione stessa dell'arbitro che ha chiesto subito scusa per la topica commessa, che ha impedito di convalidare la rete segnata da Messias. Un errore tecnico che ha enormemente condizionato la partita, ma ha anche reso perdenti molte schedine giocate dagli scommettitori. Anche gli scommettitori del sito Rabona Scommesse, non hanno nascosto, in un forum tra scommettitori, il loro disappunto per quanto accaduto, ritenendo la ripetizione della gara l'unica soluzione equa per riparare il torto fatto alla squadra allenata da Stefano Pioli. Tecnicamente, come ha fatto notare lo stesso Codacons, la ripetizione della gara è ancora possibile qualora il direttore di gara ammettesse in assoluta buona fede di aver commesso un errore tecnico che ha inciso in maniera decisiva sul risultato finale del match. In tal senso, i precedenti di gare ripetute per gravi errori tecnici, non mancano di certo. Recentemente, un match di serie D tra ricordiamo Ostiamare e Team Nuova Florida (terminato sul 4-0) è stato ripetuto per via di un grave errore tecnico ammesso dallo stresso arbitro e messo a referto dal direttore di gara. In quel caso, l'arbitro ammise di aver commesso un errore, annullando la rete del potenziale pareggio della squadra ospite. Ma anche in Europa non mancano altri casi di match ripetuti per errori marchiani commessi dai direttori di gara. Donzelli ha ribadito che il Codacons chiederà formalmente alla FIGC, la ripetizione di Milan-Spezia, anche per tutelare gli spettatori che hanno pagato regolarmente il biglietto e che hanno assistito ad una gara condizionata da un grave errore arbitrale. Adesso la palla passa alla FIGC che dovrà prendere una decisione definitiva decidendo, o di omologare il risultato del campo o di far ripetere la sfida.

Che cosa dice il regolamento?

Andando a spulciare il regolamento va fatta una doverosa premessa, prima di emettere giudizi o chiedere la ripetizione del match. Secondo le regole vigenti, l’errore dell’arbitro, anche se ammesso, non può essere considerato “tecnico”. Non va dimenticato che il gol di Messias è stato segnato ben dopo il fischio dell'arbitro. Pertanto, parlare di un gol annullato non è tecnicamente corretto. Un gol può definirsi annullato solo quando è stato messo a segno mentre il match era in corso e l'arbitro decide, in un secondo momento, di invalidarlo per una irregolarità commessa prima della segnatura. In questo caso ci troviamo di fronte ad una rete mai segnata, perchè quando Messias ha messo la palla in rete, il gioco era stato fermato e quindi la partita era sospesa. Insomma, il gol è come se non fosse mai stato segnato. L’errore di Serra si sostanzia nella errata applicazione della regola del vantaggio ai rossoneri. Ma non si può non riconoscere che rimane nella piena discrezione dell’arbitro, sospendere l’azione o farla proseguire. La regola del vantaggio viene applicata dall'arbitro a propria discrezione in base ad una valutazione del tutto soggettiva. Ecco perchè l'ipotesi di una ripetizione del match rimarrà tale e non si concretizzerà mai. E' anche vero che l’errore di Serra, non essendo tecnico, è dettato da una errata applicazione delle regole. Ecco perchè il direttore di gara adesso rischia una dura decisione dell’AIA, che potrebbe sospenderlo per diversi mesi.

Un errore che potrebbe condizionare la lotta per lo scudetto

Oltre ad aver pregiudicato gli scommettitori e ad aver amareggiato i tifosi del Diavolo, la sconfitta interna del Milan contro una squadra palesemente più debole, potrebbe avere delle ripercussioni non indifferenti nella lotta per la conquista del titolo. Infatti, a causa del capitombolo interno, i rossoneri hanno perso ulteriore terreno dalla capolista Inter, vedendosi incrementare il distacco che adesso è salito a 4 punti. Fra l'altro, l'Inter dovrà anche recuperare ancora un match e quindi potrebbe portare il proprio vantaggio sui rossoneri (attualmente secondi in classifica) a +7. Ecco perchè l'errore di Serra ha inviperito ancora di più i tifosi del Milan.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium