/ Attualità

Attualità | 21 gennaio 2022, 15:21

Mondovì celebra il Giorno della Memoria con la posa di due nuove pietre di inciampo

Celebrazioni ristrette, nel rispetto delle norme anti covid. Le nuove targhette saranno dedicate a Bernardo Manassero e Adolfo Vietto

La deposizione della corona d'alloro nel cortile dell'Anna Frank (Foto di repertorio)

La deposizione della corona d'alloro nel cortile dell'Anna Frank (Foto di repertorio)

Mondovì si prepara alle celebrazioni per il Giorno della Memoria

Il 27 gennaio, come da tradizione, l'amministrazione provvederà alla deposizione della corona d'alloro presso la Stele posta all’esterno del cimitero urbano, alle 9 presso il monumento "Morti per la libertà" allo scalone dell'Altipiano e poi al monumento alla Shoah nel cortile della scuola media "Anna Frank". 

Nel corso della mattinata verranno poste due nuove pietre di inciampo, una in via Soresi, in memoria di Bernardo Manassero e una in via Gallo, in ricordo di Adolfo Vietto. 

Alle 10.30, presso la chiesa della Missione, in piazza Maggiore verrà scoperta la targa donata dal Leo Club di Mondovì. 

Visto il perdurare della pandemia, le celebrazioni avverranno senza il coinvolgimento delle scuole e dei cittadini, per i quali l'ANPI e il Comune realizzeranno un video che verrà trasmesso sui canali social ufficiali. Interverranno l'amministrazione e il prof. Stefano Casarino, presidente dell'ANPI Mondovì, che proporrà una profonda riflessione a partire da un brano tratto "La notte" di Elie Wiesel.

Il 10 febbraio Mondovì celebrerà poi il Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle Foibe. 

Il programma, salvo variazioni, prevede alle 11.30 la deposizione della corona d'alloro presso i giardini "Martiri delle Foibe" di fronte alla stazione ferroviaria, mentre alle 11.45 si procederà con la posa della targhetta in memoria di Carlo Foglio Carlo in vicolo del Teatro. 

"Non possiamo perdere la memoria del passato." - commenta il sindaco, Paolo Adriano"Anzi, in momenti complessi come quello che stiamo vivendo, è doveroso “fare memoria” degli eventi del passato e cercare di sensibilizzare i più giovani affinché l’impegno a ricordare possa essere ravvivato".

AP

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium