/ Sport

Sport | 21 gennaio 2022, 19:30

Volley A2M. Domenica contro Ortona, Cuneo ritrova Codarin. Il centrale: "Sempre complicato giocare contro di loro" (VIDEO)

Si gioca alle ore 18 al palasport di San Rocco Castagnaretta. All'andata la spuntò al tie break la BAM Acqua S. Bernardo al termine di una maratona infinita

Contro Ortona Cuneo ritrova il centrale Codarin, fuori per quasi un mese causa Covid (Foto: Valerio Giraudo)

Contro Ortona Cuneo ritrova il centrale Codarin, fuori per quasi un mese causa Covid (Foto: Valerio Giraudo)

Dopo il vittorioso recupero infrasettimanale di mercoledì 12 contro Cantù, la BAM Acqua S. Bernardo Cuneo gioca ancora di fronte al pubblico del palasport di San Rocco Castagnaretta per la quarta giornata di campionato. Domenica pomeriggio alle 18 gli uomini di Roberto Serniotti affronteranno la Sieco Service Ortona, penultima in classifica con 11 punti all'attivo. Cuneo di punti finora ne ha incamerati 27, ma il divario tra le squadre, classifica a parte, non rispecchia l'insidia che la gara contro gli abruzzesi può rappresentare.

Ortona sta attraversando un periodo di ritrovata fiducia. Nonostante non sia riuscita ad incamerare punti nel recupero della 13ª di andata con Bergamo, la formazione allenata da Nunzio Lanci ha giocato un ottimo match, arrivando a sfiorare il tie break. Gli abruzzesi venivano da una serie di tre vittorie consecutive, che hanno rilanciato le ambizioni di salvezza: Siena è lontana solo 2 punti (13) e domenica i toscani saranno impegnati nello scontro salvezza con Mondovì. L'Emma Villas non può perdere questa partita se vuole restare in corsa per la permanenza in A2, ma dal canto loro anche i monregalesi faranno di tutto per cercare di giocarsi le residue speranze per restare agganciati al treno salvezza.

Ecco perché Cuneo deve guardare con estrema attenzione al match di domenica pomeriggio. All'andata finì 3-2 per la BAM Acqua S. Bernardo, in una partita complicata e tiratissima dai set infiniti: vinto il primo 23-25, i cuneesi persero il due successivi ai vantaggi (26-24 e 28-26), rischiando di tornare dall'Abruzzo a mani vuote. Cuneo agguantò il tie break con un risicato 24-26 per poi scrollarsi di dosso la paura nel quinto set, dominato (11-15)

Miglior realizzatore dei cuneesi al palasport di Ortona fu lo schiacciatore Alessandro Preti che attaccò un numero impressionante di palle, ben 43, mettendone a segno 25 (58%), oltre realizzare un muro e 3 aces. Buona anche la prova dell'opposto Wagner, con i suoi 23 punti (22 in attacco, 55%, ed un muro).

Questi i numeri, ma sarà il campo a dire se Cuneo oggi è più matura rispetto tre mesi fa. Sarà della partita anche il centrale Lorenzo Codarin, al suo rientro dopo quasi un mese d'inattività causa Covid. "Sto bene - le sue parole - abbiamo lavorato intensamente in questa settimana per ritrovare la forma lasciata prima del Covid". Sugli avversari: "Contro Ortona è sempre complicato giocare, sarà nostro compito mettere subito la partita sulla giusta via, anche grazie al nostro pubblico. Molto importante l'approccio al match.

Dopo la sfida alla Sieco non ci sarà tempo per rifiatare: mercoledì sera 26 gennaio alle 20, ancora in casa, Cuneo giocherà la gara secca dei quarti di finale di Coppa Italia contro Motta di Livenza: terza contro sesta in regular season al termine del girone di andata.

Codarin: "Anche i vicentini stanno uscendo da un periodo difficile causa Covid, quindi non sappiamo bene come stanno a livello di preparazione. Di certo sarà una partita difficile, ma siamo preparati: ci aspetta un periodo intenso, con pochi allenamenti e tante sfide. Occorrerà pensarne una alla volta".

L'intervista integrale a Lorenzo Codarin nel video a seguire:

Cesare Mandrile

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium