ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Attualità

Attualità | 22 gennaio 2022, 13:32

Svelata la nuova piscina di Mondovì, saranno i giovani a scegliere il nome dell'impianto [FOTO E VIDEO]

L’apertura del rinnovato impianto natatorio è prevista per la metà di febbraio

Svelata la nuova piscina di Mondovì, saranno i giovani a scegliere il nome dell'impianto  [FOTO E VIDEO]

Un intervento di circa 2,5 milioni di euro, che ha interessato in particolare l’impiantistica, la sostituzione degli infissi, il completo rifacimento della copertura, che ora è composto da travature in legno lamellare, con conseguente efficientamento energetico, adeguamento degli spogliatoi. 

La piscina di Mondovì nella giornata di oggi, sabato 22 gennaio, si svela al pubblico con un'open day, che proseguirà fino alle 17, durante il quale lo staff accoglierà cittadini e associazioni per mostrare i rinnovati locali e presentare corsi ed attività per i quali è già possibile presentare l'adesione.

La gestione, come annunciato nelle scorse settimane, è stata affidata alla ditta ASteMa, con sede ad Acqui Terme.

"Questa non è un'inaugurazione ufficiale ma la prima apertura pubblica per mostrare ai cittadini la nuova piscia" - ha dichiarato il sindaco, Paolo Adriano - "Sono grato a tutti quelli che hanno preso parte a questa avventura. E' stato il primo tema di cui ci siamo occupati, nel 2017, quando l'amministrazione si era appena insediata. La scelta di riqualificare, partecipando a un bando regionale, che si chiudeva a settembre, è stata fatta con il cuore. E questo ha premiato, oggi abbiamo una splendida struttura che avrebbe rischiato di essere un nuovo 'contenitore vuoro'."

I CORSI 

Corsi di nuoto, acquaticità, acqua gym, ma anche hydro bike e corsi dì fitness nella palestra sottostante come total body, pilates G.A.G. e TRX. Come promesso, nel nuovo impianto, ci saranno sia sconti che agevolazioni per associazioni sportive, scuole ma anche per gli over 65. 

"Questo impianto lo troviamo spettacolare e molto ben ristrutturato, con un occhio di riguardo alla tecnologia per il risparmio energetico" - dicono i gestori dell'impianto Antonello Paderi e Luca Chiarlo della società ASteMa - "Complimenti ai progettisti e al Comune. Partiremo con doppia corsistica in acqua, con corsi per bambini adulti e acquaticità per la fascia 0-3 anni, ma anche acqua gym e hydro  bike. Per la palestra abbiamo pensato di iniziare con corsi collettivi di ginnastica dolce e dinamici come G.A.G. e total body".

ACCORDO CON I SINDACATI

Inseriti nel nuovo staff due bagnini e sette istruttori dalla nuova gestione.

Ieri, venerdì 21 gennaio, la segreteria generale di Nidil Cgil, Sophia Livingstone e la ditta ASTEMA, hanno raggiunto un'intesa per quanto riguarda il tema della riassunzione degli ex dipendenti della piscina, come indicato nel bando per la gestione dell'impianto. 

"Tuttavia" - scrivono in una nota da Nidil Cgil - "nel momento di rendere operativo quanto concordato sono sorte alcune difficoltà di interpretazione che hanno portato in settimana ad un serrato confronto a tre: sindacato, nuova gestione, amministrazione comunale. Dopo un primo confronto che aveva portato il sindacato a valutare iniziative di lotta, nella mattinata di oggi la schiarita che ha portato all’intesa.  Essa prevede l’assunzione a tempo pieno e indeterminato dei due bagnini in organico alla precedente gestione. Saranno assunti come dipendenti e con l’applicazione del ccnl di categoria. 7 istruttori saranno riconfermati anche loro con contratto di collaborazione, come previsto dalle leggi vigenti. Alcuni dipendenti hanno trovato altra soluzione lavorativa rinunciando alle proposte di ASTEMA, mentre per i rimanenti vige il diritto di prelazione nel caso augurabile ed ipotizzabile di un incremento delle attività della piscina nei prossimi mesi. Da sottolineare oltre al buon risultato occupazionale, anche l’ottimo risultato normativo: vengono applicati i contratti in modo corretto eliminando alcune forme di assunzioni precarie e contro legge. Nidil Cgil esprime un giudizio positivo sull’accordo a suo tempo siglato con il comune che ha permesso il risultato odierno così come sull’intesa oggi raggiunta dopo ampia e complicata disamina con i nuovi gestori. La nuova piscina ammodernata potrà così essere inaugurata con il rispetto dei lavoratori, rimane invece aperto il contenzioso con la vecchia gestione sia sugli arretrati non corrisposti che sulle numerose inadempienze contrattuali: la causa di lavoro è stata rinviata più volte a causa covid ed ora è fissata in tribunale nel mese di aprile".

APERTURA

L’apertura del rinnovato impianto natatorio è prevista per la metà di febbraio. la data prevista è il 12 febbraio, ma dipenderà dalla commissione vigilanza.

"Speriamo di aprirla a tutti i monregalesi e non solo per metà febbraio" - commenta l'assessore allo sport, Luca Robaldo - "L'attesa è quasi finita, ma siamo davvero soddisfatti perché crediamo che questo sia un bel modo per ripartire dopo la pandemia".

NOVITÀ

La vasca è stata sopraelevata per una maggiore profondità che consentirà di ospitare gare a livello regionale (lunghezza 25 metri). I lavori sono stati effettuati dalla Fantino costruzioni srl di Cuneo. 

Gli interventi che includono anche il miglioramento sismico della struttura, consentiranno di abbattere notevolmente i costi di riscaldamento, aspetto importante visto il caro bollette che ha colpito diversi impianti sportivi della Granda e non solo.

Il tutto è reso possibile grazie alle ampie vetrate, al cappotto esterno e all'efficientamento energetico della copertura e dei pannelli solari sul tetto dell'edificio.

"Un intervento importante che ha visto la riqualificazione energetica di tutto l'edificio: serramenti, cappotto e isolamento termico, che permetterà di abbattere i costi per tenere in temperatura l'edificio" - ha spiegato Ferdinando Facelli, Ingegnere termotecnica e progettista del nuovo impianto.

IL CONTEST PER DECIDERE IL NOME

Per riavvicinare la cittadinanza e soprattutto i più giovani alla struttura, il comune ha accolto la proposta dell’AVAS FIDAS monregalese per trovare un nome alla nuova piscina e anche alla nuova palestra di Piazza, che sarà utilizzabile dal prossimo anno scolastico.

“Un edificio così importante è giusto che sia intitolato a una persona importante” - ha spiegato Mauro Benedetto, presidente Avas Fidas Monregalese - “Questo è un bene che rimarrà ai ragazzi ed è giusto che il nome sia scelto da loro”.

 

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium