ELEZIONI COMUNE DI BORGO SAN DALMAZZO
 / Eventi

Eventi | 26 gennaio 2022, 15:12

"Pontechianale è il luogo dell’Agnellotreffen": in 200 scrivono al sindaco, che dice no all'edizione 2022

E' stata ritirata l'autorizzazione. Gli organizzatori hanno posticipato l'evento a marzo. Nel frattempo stanno cercando un'alternativa al comune della Valle Varaita, che da sempre ospita l'amato motoraduno invernale

Foto dell'edizione 2018, di Mauro Piovano

Foto dell'edizione 2018, di Mauro Piovano

Annullata l'edizione 2021 per Covid, l'edizione 2022 dell'Agnellotreffen al momento è in stand by. Ci sono delle nuove date, in quanto l'evento è stato, sulla carta, nuovamente posticipato, ma al momento non c'è la solita, storica location.

Il Comune di Pontechianale, che da sempre ospita il motoraduno invernale più alto nel panorama delle due ruote, ha ritirato l'autorizzazione per l'evento.

Gli stessi organizzatori del Moto Raid Experience, sulla pagina Facebook, avvisano i pre iscritti - poco meno di 1000 - della cosa, chiedendo pazienza. Nel frattempo le nuove date individuate sono dal 4 al 6 marzo, ma non si sa dove.

Nel giro di qualche giorno dovrebbe venire presa la decisione finale, anche perché ci sono dei tempi tecnici autorizzativi, in caso di cambio di località. Gli organizzatori non vogliono mollare e stanno cercando un'alternativa.

Nel frattempo è stata lanciata una petizione, promossa da Max, di La Spezia. L'hanno firmata, in meno di 24 ore, circa duecento centauri, provenienti da ogni parte d'Italia e anche dall'estero. Gli stranieri amano questo raduno. Quest'anno, però, molti sono stati costretti a rinunciare, per via del Covid e delle numerose restrizioni per viaggi e spostamenti. Ma qualcuno c'è tra i firmatari: dalla Svizzera, dalla Germania, dalla Spagna, dalla Francia. E da ogni parte d'Italia, da Milano a Reggio Calabria.

La petizione è indirizzata al sindaco di Pontechianale, con la richiesta di non annullare l'edizione 2022 del motoraduno.

Scrive Max: "Capisco le regole e la grossa responsabilità che incombono su chi amministra, ma le regole in vigore, con le dovute precauzioni messe in atto, non vietano eventi di questo genere, soprattutto se strutturati totalmente all’aperto. Ci sono stati incontri sul web che hanno coinvolto anche dei vostri concittadini operatori turistici, che si sono lamentati pubblicamente delle perdite che avranno per questa decisione, inoltre senza contare le perdite che abbiamo avuto noi partecipanti, tra prenotazioni e acquisti fatti apposta per questa manifestazione. Alcuni gruppi dalla Sicilia e molte persone che arrivano da lontano hanno perso i soldi di una loro prenotazione di traghetti o di soste durante il percorso, senza possibilità di recuperare la cifra. Gli organizzatori hanno dovuto affrontare spese.

Voglio solo dire e concludo, che la nostra passione per la moto e la natura ci porta a sfidare temperature estreme per arrivare nel vostro meraviglioso territorio, ci faccia ricordare Pontechianale come il luogo dell’Agnellotreffen".

Barbara Simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium