/ Sport

Sport | 27 gennaio 2022, 14:18

Calcio - Il presidente Beccacini (Pro Dronero) contro il green pass per i ragazzi del settore giovanile: "Discriminazione ingiustificata"

La lettera inoltrata da Corrado Beccacini agli organi di stampa

Calcio - Il presidente Beccacini (Pro Dronero) contro il green pass per i ragazzi del settore giovanile: "Discriminazione ingiustificata"

Il presidente della Pro Dronero Corrado Beccacini ha voluto esternato il suo pensiero circa la situazione dei settori giovanili del territorio, alle prese con le restrizioni legate alla pandemia.

Netta contrarietà, quella espressa dal presidente, nei confronti dell' attuale gestione delle attività dei ragazzi da parte delle istituzioni.

LA NOTA DI BECCACINI

"Il politicamente corretto imporrebbe ad un Presidente di tacere, ma piu' forte di tutto e' in questo momento la voce della mia coscienza, che non mi consente piu' di non esprimere la mia personale indignazione e quella di tante famiglie che mi hanno contattato nei confronti di quello che sta avvenendo all'interno di tutti i Settori Giovanili della nostra Provincia.

Ovunque ci sono bambini e ragazzi minorenni, a volte appena dodicenni che non possono piu' allenarsi coi loro compagni di Squadra perche' pur essendo disponibili a continuare a tamponarsi non sono ancora guariti dal covid ne' tanto meno, per scelta personale o dei loro familiari, se la sentono di assumersi tutti i pesanti rischi immediati ed a lungo termine di tre dosi vaccinali.

Non possono quindi esibire il cosiddetto green pass rafforzato che incredibilmente viene richiesto anche a loro nonostante non esista alcun obbligo vaccinale nei loro confronti.

Per Chi ci governa solo solo numeri anonimi da inserire in tabelle, per noi  invece sono i nostri figli, i figli dei nostri amici, di tutti i papa' e le mamme che ci hanno affidato quello che hanno di piu' prezioso e non riescono giustamente ad accettare una discriminazione tanto violenta quanto ingiustificata. Quanti traumi si stanno creando, quanti sogni si stano spegnendo, quanti bambini e ragazzi coi loro cari stanno soffrendo in silenzio per colpa di decisioni calate dall'alto, da Chi neanche conosce  la realta' concreta dei nostri Settori Giovanili, e dell'importantissimo ruolo sociale da essi svolto in contesti a volte anche estremamente difficili come quello  di Dronero e di tante altre realta' piccole e grandi ?  La follia collettiva un giorno finira'ma il dolore arrecato inutilmente non verra' comunque ripagato da nessuno ... Per quel poco o tanto che conta ... Non nel mio nome!"

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium