ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Eventi

Eventi | 18 febbraio 2022, 18:05

Europa: secondo film della rassegna “Saluzzo Migrante Mini Movie 2”

Lunedì 21 febbraio alle 21 al Magda Olivero, film diretto da Haider Rashid. La rassegna è organizzata da Caritas Saluzzo in collaborazione con il Ratatoj. Ingresso gratuito

Una immagine del film Europa

Una immagine del film Europa

 

Dopo il successo della prima proiezione (circa120 persone per il film “Minari” a gennaio) arriva il secondo appuntamento per la rassegna cinematografica della Caritas di Saluzzo che ha come finalità il  promuovere la riflessione e il dialogo sul tema della migrazione.  

“Migrare è abitare un territorio, uno spazio, un tempo” è il filo conduttore dell’iniziativa che tra febbraio e marzo propone ancora due pellicole al Cinema Teatro Magda Olivero grazie alla collaborazione con l’Arci Ratatoj.

Grazie al contributo della Fondazione CRC, l’ingresso a tutte le proiezioni è gratuito (non è necessario prenotarsi) ed è consentito ai possessori di Green Pass rafforzato e con mascherina FFP2.

Lunedì 21 febbraio alle 21 si proietta “Europa”, diretto da Haider Rashid, che racconta la storia di Kamal (Adam Ali), un ragazzo iracheno cerca di attraversare il confine fra la Turchia e la Bulgaria per raggiungere l’Europa, ma viene immediatamente fermato da quelle forze di polizia di frontiera che spesso si alleano alla criminalità organizzata. Dunque il ragazzo fugge attraverso i boschi, cercando di rimanere vivo. Europa, scritto e diretto dal figlio di un immigrato iracheno e una madre italiana, racconta l’esperienza della migrazione facendoci provare a livello polisensoriale che cosa voglia dire affrontare quel viaggio, non in astratto ma nella concretezza immediata del qui e ora: come succede ogni giorno ai migranti.

“Saluzzo Migrante MINI MOVIE 2” vuole proseguire la piccola esperienza cinematografica nata nel 2019, questa volta declinata attorno al significato di abitare. L’iniziativa vuole restituire quanto si muove attorno a questo tema attraverso storie ed esperienze di tanti luoghi. L’obiettivo è riflettere su come la migrazione declina il concetto di abitare per comprendere oggi il significato di integrazione delle persone straniere e stimolare una cittadinanza consapevole delle vulnerabilità sociali, ma anche del fatto che queste possono trovareuna risposta attraverso azioni non più individuali (es. la ricerca di una casa per sé e la propria famiglia) ma collettive e comunitarie.

 

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium