/ Il block notes del disinfestatore

Il block notes del disinfestatore | 12 marzo 2022, 09:45

Come prevenire, combattere ed eliminare definitivamente i tarli

Come prevenire, combattere ed eliminare definitivamente i tarli

Per la salvaguardia di manufatti lignei e cartacei soggetti a degrado a causa di tarli ed altri patogeni del legno Moedi srl si è specializzata per offrire interventi ad alta efficacia anche grazie alla recente introduzione nello staff dei suoi professionisti di uno dei maggiori esperti italiani del settore, il Dott. Gianfranco Magri che vanta una lunga esperienza presso biblioteche, archivi e collezioni museali.

Chi sono i tarli?

Il termine tarlo si riferisce alle molte specie di coleotteri che attaccano il legno. Diciamo "tarli" perché questi insetti xilofagi perforano e mangiano il legno quando sono allo stadio larvale della vita e sono una delle principali cause del suo degrado attaccando vecchi mobili, componenti strutturali di edifici artistici e storici come chiese, biblioteche, musei, ville storiche, castelli o abitazioni private e arrecano danni gravissimi a libri e documenti perché attratti dalla cellulosa in essi contenuti.

Poca illuminazione, poca aerazione degli ambienti e valori di umidità rilevanti possono favorire il proliferare di questi dannosi coleotteri il cui ciclo vitale è molto simile in tutte le specie ma la durata del loro ciclo biologico può variare notevolmente da una specie all’altra: dura circa 1-2 anni, ma può subire accelerazioni in ambienti riscaldati.

Tra le famiglie più diffuse dei tarli del legno possiamo annoverare gli Anobidi, i Cerambicidi ed i Lictidi.

I tarli Anobidi causano danni sia di tipo strutturale sia estetico

Generalmente gli Anobidi, i tarli più comuni, attaccano l’alburno del legno e, in casi di infestazione molto elevata, le gallerie prodotte possono causare seri danni a travi e capriate compromettendone la stabilità. Le opere d’arte, invece, subiscono un danno prevalentemente estetico per via dei fori di sfarfallamento.

Quando i tarli Anobidi attaccano il legno, l’infestazione aumenta in modo costante e si diffonde anche su altri oggetti presenti nello stesso ambiente.

Tra i tarli Anobidi più diffusi, troviamo l'Anobium punctatum e lo Xestobium rufovillosum.

L’Anobium punctatum è comunemente conosciuto come “tarlo dei mobili”. La femmina depone dalle 20 alle 40 uova e attacca legno di solai, tetti e mobili antichi, presenti in abitazioni, chiese, edifici storici, musei e magazzini.

Lo Xestobium rufovillosum è il tarlo Anobide più grande, ed è comunemente conosciuto come “orologio della morte”, per via del tipico rumore che provoca, battendo il capo contro le pareti delle gallerie, come richiamo sessuale. La femmina depone dalle 40 alle 200 uova. Tende a provocare danni molto seri su travi, capriate, legno strutturale, mobili e sculture attaccati.

Come combattere questi dannosi coleotteri?

Per combattere le varie specie di tarli del legno vengono attuati quattro tipi di disinfestazioni tecnologiche: Anossica per manufatti d’Arte; Termo-induttiva per carpenterie di grandi dimensioni, cori, boiserie; Infrarossi per carpenterie di piccole dimensioni e Microonde con camera di Faraday modulare, per la disinfestazione in loco di manufatti di arredo.

Le varie fasi di disinfestazione vengono controllate tramite apparecchiature elettroniche sofisticate, che forniscono alla squadra esecutiva le opportune indicazioni di gestione del processo, alla fine del quale viene rilasciata la certificazione di corretta esecuzione, secondo parametri precostituiti e raccomandati per la loro efficacia.


Alle caratteristiche peculiari delle specifiche tecnologie di intervento dedicheremo la prossima pagina del nostro Taccuino del Disinfestatore.

La Moedi srl di Vezza d'Alba è un'azienda specializzata nel pest control e certificata secondo gli standard di qualità del settore.

Di recente ha iniziato a collaborare con ArteControl Consulting di Gianfranco Magri che è specializzata in Servizi per la Tutela e la Conservazione di Beni Culturali e Civili dal degrado di agenti biologici e che da decenni si occupa di disinfestazioni dai tarli e offre assistenza per affrontare le infestazioni e prevenire nuovi attacchi a strutture storiche e di prestigio come, attualmente, seguendo i lavori di conservazione della Biblioteca degli Uffizi di Firenze.

Moedi srl è in Via Torino, 37/b a Vezza d'Alba e si avvale di uno staff di professionisti qualificati nella disinfestazione e non solo.

Per ulteriori informazioni potete chiamare al 0173 610164 o visitare i siti www.moedi.it e www.pestcontrolexpert.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium