/ Attualità

Attualità | 13 aprile 2022, 09:45

Referendum sulla Giustizia, al voto il 12 giugno. Cosa potrebbe cambiare? Ce lo spiega l'avvocato Alessandro Ferrero

Ospite di Quarta Parete, ieri sera ha illustrato i cinque quesiti, molto tecnici e per addetti ai lavori. Il penalista cuneese ha spiegato cosa cambierebbe votando SI' [RIVEDI LA PUNTATA]

L'avvocato Alessandro Ferrero

L'avvocato Alessandro Ferrero

Il 12 giugno sarà Election Day. Non solo amministrative, con 970 comuni, tra cui Cuneo a altre 20 città capoluogo di provincia, chiamati a rinnovare sindaco e consiglio comunale, ma anche cinque referendum.

Tutti sulla Giustizia, promossi dalla Lega e dai Radicali.

Quesiti complicati, tecnici, per addetti ai lavori. Sui quali gli italiani sono chiamati ad esprimersi con un SI' o con un NO. Difficile che si possa raggiungere il quorum. E ancor più difficile votare in modo consapevole.

Abbiamo deciso di dedicare una puntata a questo tema. Ospite di Barbara Simonelli, a QUARTA PARETE, l'avvocato cuneese Alessandro Ferrero, penalista.

Ferrero ha illustrato i cinque quesiti, cercando di dare una sua lettura sulle eventuali conseguenze in caso di abrogazione.

RIVEDI LA PUNTATA

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium