/ Attualità

Attualità | 20 maggio 2022, 16:26

La Val Tanaro e il Monregalese accolgono il passaggio del Giro d'Italia [FOTO E VIDEO]

Tutta la provincia di Cuneo in festa per la 13ª tappa del Giro d’Italia

La Val Tanaro e il Monregalese accolgono il passaggio del Giro d'Italia [FOTO E VIDEO]

Dopo la partenza alle 13.20 da Sanremo il Giro ha risalito il Colle di Nava toccando prima Ormea, poi Garessio e, risalendo tutta la Val Tanaro, Bagnasco e quindi Nucetto che ha salutato il passaggio del 105° Giro d’Italia con il logo del Giro e la bandiera rosa realizzata dai volontari del Circolo polisportivo e dell’associazione per la tutela e la valorizzazione del cece, posti a ingresso del paese e sulla torre del castello.

Poi il passaggio a Ceva, teatro questa mattina di “Un giro nel giro”, ha accolto la corsa rosa con l’installazione dell’Avis locale e tante decorazioni a tema. Subito dopo il passaggio a Lesegno, il traguardo volante a San Michele Mondovi, paese natale di uno dei padri fondatori della corsa rosa, Eugenio Camillo Costamagna, giornalista e direttore de "La Gazzetta dello Sport".

Il paese, che ha ospitato la carovana pubblicitaria, per l’occasione ha anche realizzato una torta a tema.Insieme all’amministrazione, le associazioni e i sanmichelesi, ad attendere il Giro anche Leonardo ed Eugenio, nipoti di Costamagna.

 

 

 

Dopo il passaggio a Vicoforte la corsa è entrata accolta dalla folla nella città del Belvedere, che nel primo pomeriggio ha già ospitato la partenza del Giro E, dedicato alle bici elettriche.

"Un incredibile giornata di festa per il ciclismo e per il turismo – dicono dal municipio -. Vogliamo Mondovì capitale italiana della E-Bike e la giornata di oggi rappresenta un passaggio fondamentale in questo percorso. Vogliamo ringraziare i dipendenti comunali che si sono spesi senza sosta per organizzarla, la "Garelli e Viglietti" per la concessione del piazzale che ha ospitato la mongolfiera istituzionale e la SlowFly che la gestisce, Confartigianato Mondovì, Associazione Turistica Mondolè e la Protezione Civile, i titolari degli esercizi commerciali di tutta la città per il contributo essenziale a rendere Mondovì ancora più accogliente e tutti i cittadini che, con tanta pazienza, hanno accettato di sacrificare un po' del proprio tempo per garantire alla città questa vetrina senza paragoni".

Mondovi il Giro ha attraversato corso Statuto, piazza Ellero, risalito via delle Ripe. Piazza Mellano, in direzione via Cuneo per raggiungere l’ultima tratta prima dell’arrivo, con passaggio ai Blangetti di Pianfei, dove ad accogliere il Giro c'erano i residente con uno spaventapasseri vestito a tema e a Beinette, dove la carovana pubblicitaria è stata allestita piazza Umberto I.

Qui la corsa è stata accolta non solo una bici di 79 trattori, ma anche le esposizioni di 2CV del Piccolo Museo di Grosso e dalle Fiat 500 al Colombero che parteciperanno al raduno di domenica in valle Stura. Tutto in rosa e in fermento per gli ultimi 10 km che separano gli atleti dall’arrivo al traguardo nella città di Cuneo.

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium