/ Agricoltura

Agricoltura | 21 maggio 2022, 15:53

“Api, miele e agricoltura sostenibile”: seminario del Comizio Agrario di Mondovì

Appuntamento venerdì 27 maggio alle ore 20,30

“Api, miele e agricoltura sostenibile”: seminario del Comizio Agrario di Mondovì

L’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 dicembre 2017 deliberava di celebrare la Giornata mondiale delle api il 20 maggio, una data simbolicamente importante per l’apicoltura. Infatti questa data coincide con la nascita di Anton Jansa (1734-1773), un allevatore e apicoltore sloveno che è ricordato principalmente come uno dei precursori dell’apicoltura razionale. Il 20 maggio non si vuole tuttavia ricordare solamente questo importante pioniere delle tecniche apistiche moderne, ma soprattutto il ruolo importante e insostituibile delle api per l’impollinazione e quindi per la salvaguardia della biodiversità agraria e della biodiversità vegetale in generale. Vandana Shiva, Presidente di Navdanya International e attivista e ambientalista indiana, afferma: «La protezione delle api è un dovere ecologico, portarle all’estinzione è un crimine ecologico. Una minaccia per le api è una minaccia per l’umanità».

Infatti è risaputo che le api recano importanti benefici e servizi ecologici per la società.

Una diminuzione delle api rappresenta una importante minaccia per gli ecosistemi naturali in cui esse vivono. L’agricoltura stessa ha un enorme interesse a mantenere le api quali efficaci agenti impollinatori. La FAO (Food and Agriculture Organization) ha ultimamente evidenziato l’allarmante riduzione a livello mondiale di insetti impollinatori, tra cui l’Apis mellifera, le api da miele.  Circa l’84% delle specie di piante e l’80% della produzione alimentare in Europa dipendono in larga misura dall’impollinazione ad opera delle api ed altri insetti pronubi. Sempre su informazioni della FAO sappiamo che il valore economico del servizio di impollinazione offerto dalle api risulta fino a dieci volte maggiore rispetto al valore del miele prodotto. L’EFSA (European Food Safety Authority) ha osservato che in Italia negli ultimi decenni si assiste ad una perdita annua di api più di cento volte superiore agli anni dei decenni passati. Le cause della moria delle api sono molteplici: vulnerabilità nei confronti di patogeni (protozoi, virus, batteri e funghi) e parassiti (quali Varroa destructorAethinia tumidaVespa vetulina e altri artropodi), i cambiamenti climatici, la diminuzione di aree naturali e tecniche agricole insostenibili.

Il Comizio Agrario, in collaborazione con l’Associazione Contadini Monregalesi, organizza venerdì 27 maggio 2022 alle ore 20,30 un seminario dal titolo “Api, miele e agricoltura sostenibile”. Si parlerà del ruolo che l’agricoltura può avere nella salvaguardia delle api, e degli altri impollinatori, delle problematiche e prospettive dell’apicoltura locale, con riferimento anche al miele e alla De.Co. “Miele del Monregalese”. All’incontro partecipano Delia Revelli, presidente dell’Associazione Contadini Monregalesi: “Il ruolo dei contadini a difesa delle api”; Christian Boetti, apicoltore: “L’apicoltura: problematiche e prospettive”. Introduce e modera Attilio Ianniello, direttore del Comizio Agrario. L’evento gratuito è in presenza presso la sede del Comizio Agrario in piazza Ellero n. 45 in Mondovì (nel rispetto delle norme anti Covid). Per chi lo desidera, è possibile collegarsi in remoto attraverso piattaforma Zoom (richiedere il link per connettersi all’evento).

Per info e iscrizione:
Comizio Agrario, Piazza Ellero n. 45 - 12084 Mondovì

E-mail: comizioagrario1867@gmail.com
Tel. 0174 42114 (orario uffici: martedì, giovedì e sabato dalle ore 9 alle 12).

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium