/ Curiosità

Curiosità | 23 maggio 2022, 12:25

A Cussanio inaugurato importante incubatoio per trote marmorate e mediterranee [FOTO]

Sarà in grado, a regime, di arricchire i fiumi della Granda con più di 500.000 nuovi pesci all'anno

Il taglio del nastro dell'incubatoio

Il taglio del nastro dell'incubatoio

Si è svolta sabato 21 maggio a Cussanio l'inaugurazione del nuovo incubatoio per trote di specie autoctone. In particolare marmorate e mediterranee. Si tratta del necessario ampliamento del già esistente piccolo impianto. La struttura è stata realizzata in coordinamento tra le associazioni di pesca locali e in accordo con l'amministrazione provinciale, con l'investimento di circa 35.000 euro da parte della Cassa di Risparmio di Fossano.

Dopo le difficoltà dei mesi passati, relativamente all'obbligo di ceppi ittici autoctoni, finalmente parte con la produzione il secondo incubatoio provinciale dopo quello di Dronero, già attivo da due anni.

Presenti al taglio del nastro il senatore Giorgio Maria Bergesio, l'assessore regionale all'Agricoltura Marco Protopapa, la consigliera provinciale Simona Giaccardi, il sindaco di Fossano Dario Tallone e il vicesindaco Giacomo Pellegrino, oltre all'assessora Donatella Rattalino. Presenti naturalmente i rappresentanti delle federazioni e delle associazioni di pesca e la rappresentanza locale Slow Food.

Il vicesindaco Pellegrino, esperto del settore e impegnato da molti anni nella associazioni di pescatori, ha voluto ringraziare tutte le istituzioni che hanno consentito di consegnare alla città di Fossano un impianto così importante in tempi record.

L'assessore Protopapa: "Il volontariato interviene sempre in mancanza di risposte istituzionali, ma dobbiamo imparare a non approfittarne. È necessario uscire da strette "talebane" sul settore, il quale va tutelato e protetto ma non discriminato".

Il senatore Bergesio: "Il settore vale almeno un punto di Pil. Alla Camera dei deputati è in discussione un provvedimento in tema, già votato in senato. A breve farà il suo secondo passaggio e diventerá legge. Se gli incubatoi non possono fare programmazione per questo mondo è un disastro. In questi giorni si celebra la giornata della biodiversità, ma essa può essere tutelata solamente con l'uomo al centro e che agisce per regolare e mantenere la ricchezza di flora e fauna".

A seguito degli interventi del dottor Miglio (Crf) e dei rappresentanti della associazioni di pesca - il presidente di Pescambiente e il referente dell'Associazione Pesca Val Maira, che ha invitato tutti alla inaugurazione dell'impianto gemello a Dronero venerdi 27 maggio - hanno preso la parola la consigliera provinciale Giaccardi e infine il sindaco, il quale ha espresso amarezza per la fatica che spesso fanno le istituzioni territoriali a portare avanti i progetti: "Senza parlare dei tempi di Asti-Cuneo e della circonvallazione di Fossano, mi limito a denunciare che perfino per una semplice sostituzione di ghiaia con autobloccanti presso il cimitero comunale, la soprintendenza ci mette i bastoni tra le ruote. Così non è possibile andare avanti. Comunque lasciamo perdere la polemiche e godiamoci questa splendida giornata e questa importante inaugurazione".

Fabrizio Biolè

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium