/ Politica

Politica | 24 maggio 2022, 10:02

Tabelloni elettorali a Cuneo, pochi e mal gestiti: gli Indipendenti scrivono a sindaco e Prefetto

Riportiamo integralmente la lettera firmata da Giancarlo Boselli, Vera Anfossi e Paolo Armellini

Tabelloni elettorali a Cuneo, pochi e mal gestiti: gli Indipendenti scrivono a sindaco e Prefetto

Ci sono i tabelloni destinati alla propaganda elettorale presenti sul territorio della città di Cuneo nella lettera che il candidato sindaco Giancarlo Boselli (Indipendenti) e i candidati consiglieri Vera Anfossi e Paolo Armellini ha inviato al Prefetto di Cuneo e al sindaco uscente Federico Borgna.

La riportiamo integralmente:

"Ill.mi Sindaco e Prefetto di Cuneo,
​​la presente per segnalare l’incresciosa situazione creatasi rispetto ai tabelloni per le affissioni elettorali per l’imminente competizione per le elezioni amministrative del Comune di Cuneo.

​​Per motivi che non si stanno qui a mettere in discussione, nel corso degli anni il Comune di Cuneo ha ridotto il numero di posizioni per i Tabelloni destinati alla propaganda elettorale (oggi ridotti a soltanto 18 postazioni tra capoluogo e frazioni!).

​​Purtroppo, parallelamente, nonostante plurime richieste di incrementare il numero di tabelloni in ogni postazione, ancora per questa tornata elettorale il Comune di Cuneo ha predisposto esclusivamente tabelloni con possibilità di affissione fronte/retro: estratto a sorte l’ordine delle liste per quella che sarà la scheda elettorale, la Giunta ha deliberato di assegnare lo stesso ordine anche agli spazi di affissione in maniera tale per cui ciascuna lista (con il numero assegnato) avrà uno spazio di 1 metro lineare per 2 metri in altezza (corrispondente normalmente a 2 manifesti da 1m x 0,70 cadauno posizionati l’uno sovrapposto all’altro).

​​Essendo però gli spazi lineari meno delle 20 liste in competizione le prime avranno la possibilità di affiggere su uno dei lati del tabellone e le altre sul lato opposto e qui si è posto il problema: invero, in alcune postazioni i tabelloni sono posizionati in modo tale per cui una delle due “facciate” del tabellone è rasente ad ostacoli (quali muri / vegetazione ecc.) ed oltre a rendere difficoltosa l’affissione, rende pressoché inutile la propaganda sul lato meno favorevole essendo quasi impossibile per qualsiasi cittadino andare a visionarlo e del tutto impossibile in caso di disabili o mamme con passeggino / carrozzina!

​​Questa situazione, naturalmente, favorisce la visibilità di alcune liste a discapito di altre e rende assai iniqua la propaganda delle seconde: segnalata la problematica agli Uffici Comunali preposti, con richiesta di integrare i tabelloni con altri nuovi, il Dirigente ha invece predisposto di modificare la numerazione degli spazi di propaganda per assegnare in alcuni casi il lato “favorevole” alle prime liste estratte e quello meno favorevole alle seconde ed in altri casi viceversa.

​​In realtà questa soluzione non è affatto soddisfacente, perché non tutte le postazioni sono ugualmente “appetibili” non avendo tutte uguale visibilità e certamente i cittadini non possono essere costretti a fare il “tour” delle postazioni per poter comodamente visionare i manifesti di tutte le liste in competizione (e certamente non lo faranno se non gli addetti ai lavori)!  Non è chi non comprenda come avere il proprio manifesto bene in vista sul piazzale / rotonda della stazione non equivale certo ad averlo bene in vista in una delle frazioni: non perché queste ultime siano meno importanti, ma certamente perché sono meno visionati essendo la popolazione più “rada” in frazione!

​​Trattandosi di competizione elettorale della massima importanza, perché vede coinvolti tutti i cuneesi nella scelta dell’organismo di rappresentanza più vicino a loro ed alle loro esigenze, il minimo che l’Ente amministrativo possa fare è garantire la massima ed equa possibilità a ciascun/a candidato/a, senza penalizzare nessuno.

​​Con la presente chiediamo, quindi, a gran voce al Sindaco ed, occorrendo, al Prefetto  di voler studiare con la massima urgenza una soluzione alternativa a quella adottata o acquistando / prendendo a prestito / noleggiando altri 8 tabelloni per ogni postazione ovvero  - se ciò non fosse possibile per i tempi ristretti – di riservare a ciascuna lista nell’ordine di estrazione un solo spazio (da 0,70 m x  1 m) su ciascun lato dei tabelloni già predisposti in maniera tale per cui tutti abbiano la possibilità di avere almeno un manifesto sul lato “più favorevole” alla vista dei cittadini ed uno sul lato “meno favorevole”.

​​Riteniamo che le soluzioni proposte possano essere soddisfacenti per tutti e che debbano essere adottate con celerità assoluta per fornire ai/alle cittadini/e tutte le informazioni possibili in vista del voto. Naturalmente siamo disponibili a valutare altre soluzioni alternative, purché garantiscano uguale ed equa distribuzione degli spazi di propaganda a ciascuna delle liste presentate.

​​Confidando nell’accoglimento della presente, si resta in attesa di cortese sollecito riscontro
".

Ipe

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium