/ Politica

Politica | 25 maggio 2022, 13:01

Nei programmi elettorali dei candidati di Cuneo poca attenzione ai disabili? Pro Handicap Cuneo bacchetta gli aspiranti sindaci

E invia, tramite lettera ufficiale, tre domande a ciascun candidato: "Pensa che la città di Cuneo sia inclusiva?"

Foto da: Unsplash

Foto da: Unsplash

"Pensa che la città di Cuneo sia inclusiva? Se sì, quale zona ritiene all' 'avanguardia' su questo tema e quindi l'esempio da cui prendere spunto per gli altri quartieri? Se no, perché? E da quali aree della città partirebbe per migliorarla e renderla 'a misura di tutti'?"

E' soltanto una delle domande che l'associazione genitori Pro Handicap Cuneo ha posto ai candidati a sindaco della città, in vista della scadenza elettorale del 12 giugno e del futuro cambio di amministrazione.

Nella lettera ufficiale - inviata anche agli organi di stampa - l'associazione bacchetta i candidati sottolineando come in nessuno dei programmi elettorali si faccia esplicita menzione delle problematiche relative alle persone con disabilità e delle loro famiglie.

Proprio per questo ha inviato loro tre domande. Oltre quella già citata si chiede se il candidato sia consapevole delle problematiche che la pandemia abbia portato ai ragazzi disabili, e quali azioni concrete intenda mettere in atto per contrastarle; infine, un accenno alla tematica del "dopo di noi": il candidato ha mai incontrato le associazioni del territorio per imbastire un progetto specifico, così da permettere alle famiglie dei disabili di vivere più serenamente?

Non abbiamo dubbi sul fatto che i candidati risponderanno alle domande dell'associazione. E nemmeno sul fatto che quest'ultima cercherà con attenzione e interesse riscontri concreti nei prossimi cinque anni di amministrazione.

Simone Giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium